Tu sei qui

Sponsored by

Lo spettro del Covid sulla Dakar: positivi la Landman e De Villiers

Le misure per evitare che il virus si diffonda nel bivacco stanno avendo i primi effetti, con la speranza di non perdere altri piloti prima dello start della maratona nel deserto

Dakar: Lo spettro del Covid sulla Dakar: positivi la Landman e De Villiers

Share


La pandemia globale non risparmia neanche la Dakar, con gli organizzatori che per contrastarla stanno adottando misure molto importanti. Tra test obbligatori, quarantene prima di unirsi alla carovana e attenzioni di ogni genere, si sta facendo di tutto per evitare che l'edizione 2022 sia funestata da assenze importanti a causa del Covid.

Una serie di precauzioni che ha già mietuto le prime 'vittime', ovvero Kirsten Landman e Giniel De Villiers, entrambi Sudafricani. La prima è una motociclista alla sua seconda partecipazione alla classica nel deserto in sella ad una KTM, dopo essersi classificata terza migliore donna al traguardo nell'anno della sua prima partecipazione, il 2020. Il secondo è invece impegnato nelle quattro ruote ed ha ancora una speranza di poter risultare negativo ad un ulteriore test prima di vedersi negare la possibilità di partecipare. 

Al momento non ci sono notizie relative ad altri positivi ai test, ma la preoccupazione che la variante Omikron possa colpire il bivacco ed estromettere altri partecipanti ovviamente c'è. La soglia di attenzione è altissima, come è giusto che sia in questo periodo ed anche considerando le condizioni proibitive in cui si disputa una maratona enduro di questo genere. 

Articoli che potrebbero interessarti