Tu sei qui

MotoGP, Le pagelle di Pernat di fine anno: 3 a Rossi, Marquez fenomeno, Quartararo 10

VIDEO - "Ovviamente Vale meriterebbe la lode per la carriera, ma la stagione è andata male- Dovizioso insufficiente come Miller e Vinales, mentre Marini ha un pregio e due difetti, Martin è invece un pilota impulsivo che cade troppo"

Iscriviti al nostro canale YouTube

Share


Il Mondiale è terminato da quasi un mese e allora è tempo di fare i bilanci e dare i voti di fine stagione. Ci ha pensato per l’occasione il nostro Carlo Pernat, in occasione della puntata speciale del Bar Sport di sabato 11 dicembre.

Ci sono i promossi, i rimandati, ma soprattutto i bocciati al termine di un 2021 che ha visto trionfare Fabio Quartararo con la Yamaha. Di seguito alcuni dei giudizi.  

Campionato: 7 per il duello Bagnaia-Quartararo e un 6,5 per il finale di Valentino, nonostante i risultati di Rossi siano stati insufficienti.

Dovizioso 5: non posso dare sufficienza a un pilota che dopo il 2020 con Ducati si ripresenta con prestazioni lontane da aspettative.

Marini 5: ha un pregio, ovvero la competitività nelle prove, ma anche due difetti. Dico così perché nei primi cinque giri con serbatoio pieno fatica tanto, inoltre non si allena nel modo giusto, infatti arriva sempre col fiatone.

Rossi 6: voto ad honorem, anche se il suo Campionato è stato da 3 in pagella.  

Bastianini 7: le qualifiche sono il Tallone d’Achille, ma in gara Enea ha fatto vedere grandi cose, partendo addirittura 14° in diverse occasioni. Ricordiamoci che qua siamo in MotoGP e non in Moto3 dove risali più facilmente.

Vinales 4: deve mettere a posto la testa, perché i casini che ha combinato quest’anno sono immemorabili. Per colpa della sua testa ha sempre patito i compagni di squadra.

Martin 6: lui meriterebbe un 8 come voto, ma ha un difetto, ovvero cade troppo, perché impulsivo. Questo è uno svantaggio per un pilota, perché tutte queste cadute non sono accettabili.

Marquez 7,5: con tutte le problematiche che aveva si è rimesso in gioco e questo fa capire il suo spessore. Marc ha fatto più di quanto potesse fare un essere umano, vincendo pure delle gare, infatti è un fenomeno.  

Mir 6,5: la sufficienza è ampia, considerando che ha fatto primo e terzo in due anni.

Bagnaia 8: Pecco ha perso il titolo nella prima parte della stagione e questa cosa ha inciso notevolmente.

Quartararo 10: per renderci conto di cosa ha fatto, basta guardare le prestazioni delle altre Yamaha. Fabio ha superato tutti gli ostacoli, reggendo la pressione.    

 

Articoli che potrebbero interessarti