Tu sei qui

SBK, Pernat: "La Superbike con Yamaha è diventata la serie A2 del motociclismo"

Nella splendida cornice del teatro Alberti di Desenzano del Garda il PATA Yamaha with Brixx SBK Team ha celebrato un'annata incredibile dove in Superbike ha vinto tutto con Toprak Ratzatlioglu

SBK: Pernat: "La Superbike con Yamaha è diventata la serie A2 del motociclismo"

Share


DESENZANO DEL GARDA - Un’annata speciale meritava un epilogo in linea con quello che è stato il cammino fatto e, a quanto pare, al PATA Yamaha with Brixx SBK Team non erano bastate la festa nel post gara di Mandalika e la passerella di EICMA 2021. Si arriva dunque a Desenzano del Garda, in provincia di Brescia e sulle sponde del Lago, nella splendida cornice del teatro Alberti, vestito a festa, con una cena-evento per celebrare i grandi successi della stagione insieme a sponsor e a tutta la famiglia Yamaha. 

A fare da padrone di casa Sandro Donato Grosso, pit reporter della MotoGP per Sky Sport e la conduttrice Francesca Russo che hanno presentato quello che è stato uno spettacolo degno della cornice che lo accoglieva. 

Si, perchè la grandezza dell’impresa Yamaha, capace vincere la Triple Crown, il titolo di Rookie of the Year con Locatelli e quello di miglior team indipendente con GRT, si riconosce dall’emozione e dall’orgoglio dei protagonisti: da Andrea Dosoli a Paul Denning, da Toprak Razgatliogliu ad Andrea Locatelli passando per Filippo Conti e Alessandro Ghezzi, tutti complici di una stagione da record e tutti concordi sul fatto che il successo di questo 2021 sia solo l'inizio. 

"Questa vittoria parte 6 anni fa - ha detto sul palco del teatro Alberti Andrea Dosoli - quando siamo tornati in SBK e abbiamo trovato uno sponsor importante come PATA. Oltre a questo, però, c'è l'impegno incredibile di tutte le donne e gli uomini che lavorano con e per il team, senza di loro sarebbe stato impossibile". 

Chi era sicuro che la vittoria sarebbe arrivata è Alessandro Ghezzi, Engineering Division Manager di Yamaha Motor, che già un anno fa aveva confermato la sua fiducia per la conquista di un titolo mondiale: "Mi aspettavo questo risultato,abbiamo le conoscenze, gli strumenti e le strutture per supportare lo sviluppo di una moto da corsa come la R1. Il mercato ed il mondo stanno cambiando, ora Yamaha dovrà iniziare a puntare sul futuro e sull'elettrico".

Sul palco, come detto, anche Filippo Conti, team manager di GRT, miglior team indipendente della stagione: "Il bilancio del 2021 per il team indipendente è assolutamente positivo, grazie al supporto di Yamaha dobbiamo puntare al massimo e ad eguagliare il team ufficiale. Gerloff è un talento ed è nostro compito metterlo nella condizione migliore per poter esprimere le sue potenzialità".

Ospite della serata anche il “nostro” Carlo Pernat, che sul palco del teatro Alberti ha sottolineato la bravura di Yamaha e dello sponsor Pata nel riuscire a portare avanti negli anni investimenti importanti e mirati, sottolineando come la Superbike, se fatta con questo stile, possa tornare ad avere lo smalto di un tempo. “Servono investimenti da parte delle case e degli sponsor – ha detto Pernat - la Superbike è diventata la Serie A2 del motociclismo, non la Serie B, Yamaha ha fatto tutto a modo per riuscire a vincere da quando è tornata nel campionato”. 

Articoli che potrebbero interessarti