Tu sei qui

Brough Superior Lawrence Nefud: scrambler hollywoodiana da 65mila euro

Il prestigioso marchio inglese ha presentato una versione dual della sua naked, a 105 anni dalla battaglia che ispirò il film “Lawrence D'Arabia”

Moto - News: Brough Superior Lawrence Nefud: scrambler hollywoodiana da 65mila euro

Share


Thomas Edward Lawrence e Brough Superior sono legati a doppio filo: l'archeologo e ufficiale britannico divenuto famoso come Lawrence D'Arabia infatti era un appassionato sfegatato del marchio e aveva ben 8 moto disegnate da George Brough. Il nuovo corso del costruttore ha subito pensato di omaggiare la passione di un personaggio del genere per le sue moto con la Brough Superior Lawrence e oggi arriva una seconda versione celebrativa che omaggia un'epica impresa

La battaglia di Aqaba

105 anni fa infatti la rivolta araba, durante la Prima Guerra Mondiale, si spinse oltre il deserto del Nefud per conquistare la città di Aqaba, allora nelle mani dell'Impero Ottomano. Fondamentale fu il ruolo di Lawrence, tanto che nel 1962 nacque il colossal “Lawrence d'Arabia”. Oggi invece Brough Superior ha annunciato la Lawrence Nefud, versione scrambler della pregiatissima roadster SS1000 presentata qualche mese fa.

I dettagli

Non è solo questione di stile ma anche di sostanza: rispetto alla SS1000 cambia l'ergonomia, con il manubrio più alto e le pedane abbassate per aiutare nella guida in fuoristrada. La forcella rimane springer, mentre il motore guadagna una protezione per la coppa dell'olio, visto che l'unità pensata per la roadster era parecchio vicina al suolo. E a proposito del motore: il bicilindrico a V da 88° e 997 cc eroga 102 CV. Come per la Pendine e la SS1000 tutti i componenti o quasi sono lavorati in CNC o ricavati dal pieno e non mancano le soluzioni particolari che portano il peso a meno di 190 kg.

Il prezzo

la Brough Superior Lawrend Nefud non si discosta dalle compagne di marchio recentemente presentate e il prezzo oscillerà tra i 63 e i 65 mila euro. Difficile pensare che qualcuno porti un tale patrimonio tra sassi e fango, ma mai dire mai, soprattutto quando si parla delle moto di George Brough.

 

Articoli che potrebbero interessarti