BSA Gold Star 650: un cilindro può bastare per tornare sulla scena

La BSA Gold Star 650 segna il ritorno del marchio di Birmingham: classica come da tradizione del marchio ha debuttato al Motorcycle Live

Scritto da GPone - Lun, 06/12/2021 - 16:00

Se ne parla da un po', ma finalmente ora le indiscrezioni diventano certezze: BSA, il leggendario marchio britannico BSA è pronto a tornare sul mercato e nel weekend ha svelato la sua prima novità del nuovo corso, la BSA Gold Star 650.

La moto

BSA è stata acquisita dal colosso indiano Mahindra, e la Gold Star 650 è il primo passo verso il ritorno dopo il cambio di proprietà. Quella che è stata mostrata davanti al pubblico di Motorcycle Live di Birmingham, proprio la città natale di BSA, è una classic che reinterpreta il retaggio tradizionale del marchio: linee morbide da roadster senza tempo, sovrastrutture ridotte all'osso, con il serbatoio e i parafanghi allungati a farla da protagonisti, quote morbide e per tutti e tutti gli stilemi che si addicono a una modern-classic del genere. Il motore è un monocilindrico da 650 cc con distribuzione a doppio albero a camme in testa, probabilmente con una potenza entro i termini legislativi della patente A2, quindi 47 CV. BSA non ha ancora svelato i dettagli della moto, ma ha annunciato che verrà distribuita a partire dalla primavera 2022.

I piani per il futuro

Il CEO di Classic Legend, Ashish Joshi, società del gruppo Mahindra a cui fa capo BSA ha spiegato che la genesi della Gold Star 650 non è stata affatto facile, soprattutto a causa della crisi scaturita dalla pandemia, ma ha assicurato che i prodotti BSA, a partire da questa prima novità, saranno al 100% Made in Britain, tutto senza rinunciare alla competitività nel prezzo, che però è un altro dettaglio che ancora deve essere annunciato. I piani di BSA prevedono che questa monocilindrica sia solo la prima di una serie di modelli, che riprendano stile e magari anche i nomi dal passato, a cui affiancare tecnologia e soluzioni moderne.

Le avversarie

L'esordio della BSA Gold Star 650 andrà ad infoltire un segmento già denso di entry-level dedicate agli amanti del vintage, e popolato da marchi dalla storia travagliata ma che sono in rampa di lancio se si guardano le vendite: in Inghilterra e non solo Triumph fa la voce grossa con la Street Twin, ma ha dovuto condividere il successo recente con la Royal Enfield Interceptor, che con BSA condivide il doppio passaporto indo-britannico. Dopo anni di oblio il marchio di Birmingham troverà ancora migliaia di seguaci e fan, che hanno contribuito a rendere questa sigla iconica, pronti ad aspettarla? Lo scopriremo in primavera

This page might use cookies if your analytics vendor requires them.
Leggi l'articolo completo