Tu sei qui

CIV SBK: Smith (e Manfredi) impegnati con la Kawasaki di Black Flag a Jerez

In una due giorni di test sul tracciato di Jerez de la Frontera, Bradley Smith e Kevin Manfredi hanno incominciato lo sviluppo della Ninja ZX-10RR di Black Flag Motorsport al via della prossima stagione del CIV Superbike

SBK: CIV SBK: Smith (e Manfredi) impegnati con la Kawasaki di Black Flag a Jerez

Share


Durante l’attesissima settimana del ritorno di Alvaro Bautista in sella alla Panigale V4-R di Aruba.it Racing Ducati, il circuito di Jerez de la Frontera ha ospitato persino l’uscita inaugurale del nuovo corso di Black Flag Motorsport. Dalla comprovata esperienza in ambito nazionale e in procinto di esordire nel CIV Superbike 2022 tramite il supporto della filiale nostrana della Casa di Akashi, la squadra capitanata da Mathia Beatrizzotti ha sfruttato l’occasione per far compiere i primi chilometri alla Ninja ZX-10RR di ultima generazione usufruendo di piloti del calibro del “chiacchierato” Bradley Smith e Kevin Manfredi.

Primo test

La Ninja ZX-10RR di Black Flag Motorsport al box con il classico #38 di Bradley Smith in bella mostra sul cupolino

Progetto annunciato da alcuni mesi a questa parte e presentato in forma ufficiale al pubblico nella finale di Vallelunga dello scorso ottobre, avente lo scopo di portare la Verdona ai vertici della classe regina del Campionato Italiano Velocità, rispettivamente in data 24-25 novembre sono andate in scena due importanti giornate di rodaggio in ottica prossima stagione sull’impianto intitolato ad Angel Nieto. Uno sviluppo avviato per lavorare sul set up e soprattutto acquisire dati al fine di adattare la centralina elettronica MoTec alla moto. Sebbene il cronometro lasci il tempo che trova (1’43”665 il best lap alla fine del secondo giorno), Bradley Smith e Kevin Manfredi, entrambi presenti nell’inedito ruolo di tester, hanno inanellato ben 142 passaggi utili per dare le prime indicazioni ai tecnici di Black Flag Motorsport.

Il pilota?

Capitolo test a parte, sorge spontaneo chiedersi quale sarà l’alfiere di punta dell’anno venturo. Se Kevin Manfredi si è visto chiamato in causa esclusivamente per dare una mano in termini di sviluppo, tutti gli indizi lascerebbero portare proprio a Bradley Smith. Come anticipato dallo stesso team manager (QUI il pezzo), le trattive con l’ex collaudatore di Aprilia in MotoGP sono in corso, anche se al momento nulla è stato messo nero su bianco. In attesa di ulteriori conferme o smentite in tal senso, l’inglese ha quantomeno cominciato a prendere confidenza alla guida della quattro cilindri giapponese in vista di un potenziale accordo…

Photo credit: Black Flag Motorsport Facebook

Articoli che potrebbero interessarti