Tu sei qui

SBK, CIV SuperSport: Renzi Corse passa a Ducati e ingaggia Matteo Patacca

Dopo aver esordito positivamente nel corso di questa stagione, Matteo Patacca proseguirà la personale avventura nel CIV SuperSport alla guida di una Panigale V2 955 del Team Renzi Corse

SBK: CIV SuperSport: Renzi Corse passa a Ducati e ingaggia Matteo Patacca

Share


Assoluta rivelazione del CIV SuperSport 600 2021, all’esordio nella categoria Matteo Patacca ha fatto intravedere le proprie brillanti doti velocistiche. Efficacemente impegnato tra i ranghi del Bike & Motor Racing Team, si è messo in luce a più riprese, cogliendo la vittoria nella speciale classifica riservata ai rookie. Stagione impreziosita persino dal podio nel secondo appuntamento del Mugello, nel 2022 il giovanissimo portento facente parte del programma PATA Talenti Azzurri FMI (18 anni nel gennaio prossimo) sarà chiamato ad una nuova allettante sfida nel rinnovato Renzi Corse, passato recentemente a Ducati dopo un prolungato sodalizio con Kawasaki.

Debutto nel CIV SS600

Matteo Patacca in azione al Mugello in sella alla YZF-R6 del Bike & Motor Racing Team 

Dai trascorsi nel CIV PreMoto3, nella European Talent Cup e Red Bull Rookies Cup, quest’anno l’abruzzese ha compiuto il grande salto dalla Moto3 alla classe di mezzo delle derivate di serie nel panorama nazionale. Una scelta figlia specialmente della propria statura (180 centimetri di altezza…), ma scopertasi azzeccata. Gradualmente ha saputo inserirsi nella lotta per le posizioni che contano, una crescita coronata dalla prima top-3 in carriera sui saliscendi toscani lo scorso mese di agosto che lo ha portato a battere un pilota del calibro di Andy Verdoia per il riconoscimento di “Rookie of The Year”. Giunto peraltro in zona punti nelle due apparizioni nel Mondiale di categoria con Bike & Motor e MotoXRacing fra Misano e Barcellona, la prossima stagione salirà sulla potente Panigale V2 955 col chiaro intento di sognare in grande: “Il Team Renzi Corse mi ha fatto fin da subito un’ottima impressione, proponendomi un progetto assai interessante, non vedo l’ora di iniziare. Non sono il tipo che si pone obbiettivi precisi di classifica, però sono convinto di poter stare davanti e giocarmela coi migliori”, ha ammesso Patacca.

Da Kawasaki a Ducati

Reduce da un’annata complicata sotto svariati punti vista insieme a Livio Loi, in vista del già annunciato cambio di regolamento che vedrà la SuperSport aprire le porte alle sportive di media cilindrata, in cerca di ulteriori stimoli il Team Renzi Corse ha optato per sposare la causa di Borgo Panigale in seguito alla dolorosa separazione dal marchio di Akashi che perdurava addirittura dal 2014. Senza escludere la possibilità di disputare almeno 3-4 gare nel World SuperSport, in attesa dei test inaugurali previsti a febbraio in Spagna, il manager Stefano Renzi ha spiegato le ragioni che lo hanno convinto a puntare su Patacca: “Lo osservavo da tempo e le buone sensazioni che mi ha trasmesso si sono alla fine concretizzate. Credo fortemente in lui, il pilota più giovane della categoria. L’anno venturo ci saranno nuovi regolamenti e una nuova moto, non sarà semplice per noi come per lui, ma confido nel suo impegno”.

Photo credit: Team Renzi Corse, daniguazzetti.com

Articoli che potrebbero interessarti