Tu sei qui

Il team Tech 3 dà il bentornato a Hector Garzo in MotoE per il 2022

Hector torna nella squadra francese per la seconda volta nella sua carriera, dopo aver già gareggiato con Tech 3 nella stagione inaugurale della Coppa del Mondo FIM Enel MotoE nel 2019

MotoE: Il team Tech 3 dà il bentornato a Hector Garzo in MotoE per il 2022

Share


Hector Garzo si schiererà con il team Tech3 E-Racing per la seconda volta nella sua carriera, dopo aver già gareggiato con la squadra francese nella stagione inaugurale della Coppa del Mondo FIM Enel MotoE nel 2019. Nella sua prima stagione nella classe elettrica, il pilota spagnolo è stato impressionante: sulla Energica ha finito tre volte sul podio, quarto assoluto nel campionato, e sarà sicuramente alla ricerca di fare ancora meglio il prossimo anno.

Il 23enne nativo di Valencia ha avuto un rapporto particolare con il team con sede nel sud della Francia negli ultimi due anni, in quanto ha fatto tre apparizioni in Moto2 a Jerez, Le Mans e Mugello con la squadra nel 2018. Nelle ultime due stagioni, ha gareggiato nel Campionato del Mondo Moto2 e ha ottenuto un prezioso secondo posto al Gran Premio di Valencia nel 2020.

"Mi sento molto eccitato per il prossimo anno perché sono tornato con la famiglia Tech3 che è la cosa più importante per me - ha detto Garzo - Ho già fatto una stagione in MotoE, il primo anno in cui è stato lanciato il campionato. Nel 2019, sono andato molto vicino a vincere il titolo, quindi quest'anno voglio lottare di nuovo per il campionato. Sarà un anno davvero buono, quindi andiamo per il campionato!".

"Sono molto felice di annunciare che Hector Garzo tornerà con Tech3 E-Racing nel 2022 - ha aggiunto Hervé Poncharal -Abbiamo avuto una grande stagione 2019 insieme e sono  entusiasta di rivederlo nella Coppa del Mondo FIM Enel MotoE. Sono fiducioso che saremo competitivi e oso sognare che avremo la possibilità di lottare per il titolo. Durante le ultime due stagioni, Hector ha mostrato grande velocità e potenziale nel Campionato del Mondo Moto2. Ha fatto molti progressi e ha migliorato la sua guida. Avere un giovane pilota di così alto livello che si unisce al campionato MotoE dimostra che la MotoE sta diventando sempre più competitiva ogni anno e attrae piloti di talento e veloci".


 

Articoli che potrebbero interessarti