Tu sei qui

Mercato moto e scooter: a novembre +16% sul 2019, anno da incorniciare

La classifica tra le moto è ormai quasi definita, con la Benelli TRK 502 nuovamente regina nel 2021, alle sue spalle la BMW R 1250 GS e il gradino basso del podio conteso da Africa Twin e Tracer 9

Moto - News: Mercato moto e scooter: a novembre +16% sul 2019, anno da incorniciare

Share


Malgrado il periodo che vede problemi di approvvigionamento un po' per tutti, il 2021 continua una corsa inarrestabile e, dopo una flessione ad ottobre (unico mese negativo dell'anno), il dato complessivo dei primi 11 mesi è di oltre 22 punti più alto del 2019.  Per quanto riguard le moto, continua la marcia trionfale della TRK 502, che forse vedrà succederle la sorella 800 vista ad Eicma pochi giorni fa, chissà. Sono 6.455 gli esemplari immatricolati nel 2021, di cui 215 a novembre. Il mese autunnale è per il resto abbastanza "tranquillo" come tradizione, visto che le rivali vedono solo 139 immatricolazioni per la BMW R 1250 GS (3.894 il dato complessivo del 2021) e 117 Africa Twin, che si riprende il terzo gradino del podio dell'anno, con 2.877 esemplari, appena 4 in più della Yamaha Tracer 9, fuori dalle prima 30 questo mese.  

I protagonisti

Nulla di nuovo per gli scooter, con la famiglia SH di Honda che si tiene stabilmente tutto il podio, sia nel mese che nei primi 11 mesi del 2021 (quasi 35 mila vendite tra 125, 350 e 150, in rigoroso ordine di classifica). Dietro di loro, a debita distanza, i due best seller di casa Piaggio (Beverly 300 e Liberty 125), mentre Kymco piazza al 6° posto il l'Agility 125, proprio davanti alla moto più venduta, la TRK 502, l'unica nei primi 10 posti della "generale". Nella sfida tra maxiscooter vince l'Honda X-ADV 750, con 5.416 vendite contro le 4.344 del TMAX di Yamaha.

Tornando ai dati di mercato, prosegue la tendenza positiva, come detto, dopo la prima battuta d’arresto dell’anno registrata il mese scorso. I dati delle immatricolazioni di ciclomotori, scooter e moto del mese di novembre, diffusi in serata di ieri da Confindustria ANCMA, descrivono nuovamente un incremento complessivo del 16% su un più indicativo e opportuno confronto con il 2019. Negativa, ma meno significativa invece la comparazione con il 2020 (- 2,4%), anno contraddistinto da instabilità e forti rimbalzi nelle vendite legate alle restrizioni Covid-19, specialmente nel mese di novembre, quando si registrava un + 18,73% totale, con le sole moto a + 40,86%.

Per il presidente dall’associazione Paolo Magriil grande interesse per le due ruote che abbiamo registrato in questi giorni con il successo di EICMA, l’evento espositivo di riferimento per il settore, trova una corrispondenza concreta sul mercato, sia sul fronte della domanda di mobilità che su quello della passione. Malgrado le incertezze e le sfide globali imposte al settore dalla pandemia, abbiamo già raggiunto e superato i volumi di immatricolazione pre-pandemia e il trend non arresta la propria crescita, confermando il ruolo centrale di moto, scooter e ciclomotori nella mobilità post Covid”.

L'andamento del mercato

Passando all’analisi dei dati, il mercato del mese di novembre ha registrato complessivamente (ciclomotori + immatricolato) 12.176 veicoli, pari a un decremento del 2,4% rispetto allo stesso mese del 2020. La flessione più consistente è quella dei ciclomotori che, con 1.196 mezzi venduti, perdono il 17,97%. Crescono gli scooter (+1,4%), che immatricolano 6.097 veicoli, passo falso invece per le moto, che registrano un calo del 2,5%, targando 4.883 mezzi.  Come anticipato, il confronto con novembre 2019 evidenzia una crescita complessiva del +16%.

Nei primi undici mesi del 2021, ciclomotori, scooter e moto segnano un aumento complessivo del 22,2% pari a 280.248 mezzi targati. Nel dettaglio, i ciclomotori immettono sul mercato 17.675 veicoli, con una flessione del 3,1% sul 2020, mentre dopo lo stop del mese di ottobre, il mercato degli scooter recupera terreno, targando 147.131 veicoli (+21,6%). Rimane robusta la crescita delle moto (+28,1%), che immatricolano 115.442 veicoli. Nel complesso, rispetto ai primi undici mesi del 2019, il mercato cresce del 14,8%.

L’elettrico chiude il mese di novembre con 816 veicoli venduti, facendo registrare una significativa flessione del - 38,8%, riconducibile agli effetti di commesse dello scorso anno. Il risultato negativo del mese riporta il mercato degli elettrici in pari con novembre 2020: +0,1% e 10.011 mezzi immatricolati. Rispetto ai primi undici mesi del 2019 la crescita del settore si attesta al 122,1%.

Articoli che potrebbero interessarti