Tu sei qui

Eicma 2021 fa sold out: la passione vince sulla paura

Raggiunta la capienza massima secondo le normative vigenti: oltre 342 mila presenze e modalità di accesso in sicurezza hanno distinto la 78° edizione di Eicma

Moto - News: Eicma 2021 fa sold out: la passione vince sulla paura

Share


Eicma non è morto, ma vive e lotta per continuare a portare la passione per le moto a più utenti possibili. Una missione in cui è riuscita anche dopo un anno di stop forzato dal Covid-19, e una ripresa incerta con assenze importanti, modalità di accesso rigide e un pubblico che poteva essere scoraggiato dalla paura della quarta ondata pandemica.

Sold out

Il confronto numerico con il 2019 non regge se preso fuori dal contesto: Eicma 2019 fu l’edizione dei record, con oltre 800 mila presenze e espositori venuti da tutto il mondo. Il Salone del Motociclo 2021 invece chiude con 342.644 accessi, il massimo della capienza seguendo le norme vigenti per contrastare la diffusione del Covid-19. E proprio partendo da questo numero si può capire come l’organizzazione si sia dovuta adattare ai tempi difficili che viviamo: un dato su tutti è quello che riguarda la vendita dei biglietti, con il 94% del totale avvenuto tramite acquisto online.

Naturalmente l’incertezza globale ha tenuto fuori non solo i grandi gruppi, ma anche alcuni espositori e giornalisti esteri, ma il retaggio internazionale della kermesse milanese ha portato nei 5 padiglioni allestiti 28.841 espositori, di cui il 43% stranieri, così come sono arrivate da oltre i confini italiani ben 1.794 giornalisti e influencer tra i 5.127 presenti.

Sforzo ripagato

“Prima di tutto – ha dichiarato il presidente di EICMA Pietro Meda - voglio sottolineare che abbiamo concentrato i nostri sforzi per applicare rigorosamente le normative relative al controllo degli accessi, cosa che ha comportato un grande sforzo organizzativo in collaborazione con Fiera Milano e con l’approvazione degli stessi espositori. La grande presenza del pubblico ci ha permesso di riaffermare la centralità internazionale del nostro appuntamento e di proiettarlo nuovamente al domani. In questi mesi abbiamo fortemente promosso i corretti comportamenti di visita, affidandoci necessariamente anche al buon senso degli appassionati durante l’esperienza di visita. Alla luce delle restrizioni vigenti, quello raggiunto è il miglior risultato possibile. Si tratta di una prova di forza resa possibile grazie alla fiducia degli espositori e alla loro fedeltà al pubblico, che ha risposto con grande entusiasmo. A loro va un sentito ringraziamento”. E proprio “l’impegno delle aziende del settore e dei partner è stato determinante  per incanalare il grande desiderio di due ruote che proviene dal mercato in un contenitore unico di opportunità globali e mettere in scena il frutto degli investimenti dell’industria di riferimento e il futuro della mobilità su due ruote”.

Gli addii e l’appuntamento al 2022

Eicma 2021 è stata anche l’occasione in cui due campionissimi del motociclismo si sono concessi un bagno di folla per la fine della loro carriera: c’è stato Valentino Rossi con il suo #OneMoreLap ma anche Tony Cairoli, attesissimo dagli amanti dell’offroad nonostante l’assenza del gruppo KTM. La buona notizia? Sappiamo già che Eicma 2022 tornerà al suo calendario usuale: l’appuntamento è dall’8 al 13 novembre 2022.

Articoli che potrebbero interessarti