Tu sei qui

SBK, Bulega: “È stato scioccante guidare la Ducati V2”

“Non avevo mai provato la moto e non conoscevo neppure le gomme. Ci sono tante cose da imparare. Con la moto ho sempre più fiducia e sono contento per quanto fatto a Jerez”

SBK: Bulega: “È stato scioccante guidare la Ducati V2”

Share


Dopo Moto2 e Moto3, tra ieri e oggi è toccato ad una manciata di piloti del paddock delle derivate di serie macinare chilometri lungo il tracciato di Jerez de la Frontera. Presenti persino collaudatori della MotoGP quali Michele Pirro e Sylvain Guintoli, oltre all'atteso ritorno di Alvaro Bautista in Ducati, nella due giorni di prove in terra spagnola si è assistito al debutto assoluto di Nicolò Bulega alla guida della Panigale V2 959 con cui prenderà parte al futuro Mondiale SuperSport nella formazione ufficiale di Borgo Panigale. Quest'oggi l'ex Motomondiale ha messo a referto ben 61 passaggi, il migliore in 1'42"952 (distante oltre un secondo dal record sul giro di Krummenacher risalente al 2019 in 1'41"775, per quel che possa contare...). Ecco le sue prime parole.

"Sono contento di questi test. L'esordio è stato abbastanza scioccante, non avevo mai guidato la moto, per di più non conoscevo neppure le gomme e il tipo di lavoro della squadra. Ci sono un sacco di cose da imparare. Al di là dei tempi che abbiamo guardato relativamente, quest'oggi invece siamo partiti col piede giusto. Il feeling generale sta crescendo sempre di più, mi posso ritenere soddisfatto. Adesso cercherò di allenarmi al massimo nella pausa invernale nel tentativo di giungere in ottima forma al via del 2022", ha ammesso il 22enne.

Articoli che potrebbero interessarti