Tu sei qui

VOGE a Eicma 2021: presentata la gamma 2022 tra moto e scooter

Voge porta a eicma 2021 la gamma fatta di 500 AC Trofeo, 350 AC Trofeo, 300 GY Rally e SR4. Moto per tutti i gusti, più uno scooter sit-in

Moto - News: VOGE a Eicma 2021: presentata la gamma 2022 tra moto e scooter

Share


Voge è arrivata da solo tre anni in Italia ed appartiene al gruppo Loncin, vanta una produzione annua di 2,5 milioni di motocicli, 3 milioni di motori e 150.000 ATV. La portata di Voge, anche se ancora è diffusa principalmente negli emisferi orientale e centrale è molto influente ed è supportata da un’ottima reputazione delle loro motociclette e dalla collaborazione con prestigiose aziende europee. Il marchio Voge è entrato in Italia grazie a Padana Sviluppo, ed è presente con una line-up completa di veicoli di media cilindrata, di cui anche un modello elettrico e che ora si completa con le novità di Eicma 2021.

VOGE 500 AC Trofeo

La nuova Voge 500 AC Trofeo è realizzata con uno stile che chiamiamo “Advanced Classic”, ossia un connubio di classico e moderno. La Trofeo 500 AC vede una estetica che adotta elementi vintage. Il design del faro anteriore a LED mescola forme tonde e quadrate e ha la luce diurna che richiama la V di Voge. La marmitta è in acciaio con la superficie del silenziatore finemente satinato. Il posteriore è leggero perché il portatarga, il faro e le frecce sono spostate sulla ruota, lasciando libero il codino. Il richiamo al passato finisce qui perché le dotazioni sono molto attuali, come il display TFT da 5” a colori, con regolazione automatica della luminosità in base alla luce esterna e dotato di collegamento bluetooth. Il serbatoio del carburante è con saldatura laser, con superficie verniciata brillante, l’imbottitura della sella adotta un processo di schiumatura a freddo e la cucitura della pelle prevede sei fili cuciti per 11 volte ogni 3 cm.

La ciclistica è a vista: il telaio in tubi tondi d’acciaio a taglio laser e saldatura robotizzata garantisce maggiore precisione ed resistenza e ha superato oltre 200.000 stress test. La ciclistica si completa con forcella Kayaba a steli rovesciati da 41 mm di diametro e un mono ammortizzatore centrale. Il motore bicilindrico parallelo è un otto valvole raffreddato a liquido, con distribuzione bialbero DOHC, cambio a sei marce ed eroga 46,2 CV a 8.500 giri/min (si può guidare con patente A2). Dotata di frizione anti saltellamento, lo sforzo alla leva è stata ammorbidita del 25% rispetto alle precedenti Voge. L’impianto frenante vede un doppio disco da 298 mm all’anteriore, disco da 240 mm al posteriore, pinze freno Nissin e ABS Bosch. Le ruote da 17” montano pneumatici Pirelli Angel GT. La 500AC Trofeo è disponibile dai concessionari da oggi a 6.290 euro f.c..

VOGE 350 AC Trofeo

Voge 350 AC Trofeo: Youth style retro. Dedicata ai giovani, affianca la AC300 Trofeo e adotta il nuovissimo motore bicilindrico parallelo da 321 cc. E’ una roadster in stile retrò con linee più tirate ed elementi moderni ed evolve dalla serie Trofeo AC il design “Advanced Classic” che combina le linee più tradizionali con la tecnologia moderna. Il serbatoio del carburante sagomato segue il DNA delle Advanced Classic, il gruppo ottico full LED, seppure richiami quello della serie AC Trofeo, è tutto nuovo. Il faro anteriore ha la luce di posizione a forma di lettera "V" di Voge. Il faro posteriore a LED è ad anello, con design sospeso. Lo schermo TFT da 5” è chiaro e completo ed ha la connessione bluetooth. La luminosità si regola automaticamente in base all'intensità della luce ambientale.

Il motore bicilindrico parallelo da 321 cc a 8 valvole raffreddato a liquido sviluppa 38 CV di potenza massima, ed dotato di sistema di iniezione elettronica Bosch. Il blocco dei cilindri è interamente in lega di alluminio con rivestimento composito Nickel, Silicio e Carbonio. Il pistone forgiato migliora la potenza e la durata del motore. La frizione è anti saltellamento. Il telaio a vista in tubi d'acciaio a diamante è tutto nero, la forcella è di tipo upside down e dietro c’è un efficace mono ammortizzatore regolabile nel precarico. L’impianto frenante si avvale di freni J Juan, pinze Nissin e sistema di ABS BOSCH a doppio canale. Le ruote da 17” hanno cerchi in lega a 6 razze sdoppiate e gli pneumatici sono da 110/70 all’anteriore e 150/60 al posteriore. L’arrivo della Voge 350 AC è previsto per metà del 2022, il prezzo da definire. 

Voge 300 GY Rally 

Il nome evoca il fuoristrada anche impegnativo ma se la cava egregiamente anche sull’asfalto. L’impostazione dei cerchi ruota è quella classica da offroad, 21” all’anteriore e 18” dietro e il peso è contenuto in soli 160 kg. Ha un motore monocilindrico da 292 cc, 4 valvole raffreddato a liquido con iniezione elettronica Bosch, cambio a 6 rapporti ed eroga 29 cavalli a 8.500 giri/min. il telaio, è a doppia culla in acciaio, con forcella rovesciata e forcellone in lega con mono ammortizzatore e bielle al posteriore. Le linee sono moderne, le luci sono tutte a LED e la strumentazione è completamente digitale. Arrivo e prezzo sono da definire.

VOGE SR4

Voge entra nel mondo degli scooter con l'SR4, disegnato in europeo, realizzato nella Motor Valley italiana, il luogo dove sono nati i veicoli più belli del mondo. Le linee sono da tourer di lusso: l’anteriore ha un look dinamico, i fianchi sono corti ed il posteriore ha un aspetto sportivo. L’illuminazione dei fari è full LED con le luci di assistenza alla svolta che illuminano automaticamente la curva impostata, riducendo gli angoli ciechi e migliorando la sicurezza nella guida notturna. La firma luminosa della luce diurna dà al SR4 un aspetto futuristico e tecnologico. Non manca il display TFT a colori ad alta definizione da 7” con un'interfaccia semplice e chiara che rende facile il controllo delle informazioni del veicolo. Si connette via bluetooth allo smartphone e agli auricolari. Il doppio sedile vanta il supporto lombare e l’altezza da terra di soli 761 mm permette a tutti di appoggiare con entrambi i piedi a terra. Il design ottimizzato del parabrezza rialzato, a detta del costruttore, fornisce una protezione completa contro il vento.

Ricca la dotazione di sicurezza alla guida: il controllo di trazione TCS, il sistema antibloccaggio ABS realizzato da Continental, il segnale di arresto di emergenza che fa lampeggiare le luci posteriori in caso di frenata brusca e il monitoraggio della pressione dei pneumatici in tempo reale, un feedback tempestivo per viaggiare senza preoccupazioni. Segnaliamo l’avviamento keyless, ed il telecomando in dotazione, dotato di bike finder con un raggio d’azione di 50 metri. Non manca il sistema di antifurto integrato. Infine, ha una videocamera integrata nello scudo, proprio sotto il parabrezza e può ospitare una scheda di memoria Micro SD o TF per memorizzare foto e video direttamente con un semplice click dal gruppo comandi.

L’SR4 è alimentato da un motore a quattro valvole raffreddato a liquido da 350cc con una potenza massima di 28,5 CV che impiega solo 3,1 secondi per accelerare da 0 a 50 km/h, perfetto per la guida in città. Non manca il contralbero di bilanciamento. Il telaio è in tubi d’acciaio a sezione quadrata ad alta rigidità. Il forcellone è in lega di alluminio pressofuso. Le sospensioni sono firmate KYB, la posteriore ha la regolazione del precarico su 5 posizioni. I freni sono a triplo disco, montano componenti J.Juan (marchio ora di Brembo) e il sistema ABS a due canali di Continental. Le ruote da 15” e 14" calzano pneumatici Pirelli Angel Scooter. La capacità di carico è da maxi scooter: il sottosella da 41,5 litri può contenere due caschi, ed il vano portaoggetti dietro lo scudo ha la presa USB. L’SR4 sarà in vendita a metà del 2022, prezzi da definire.

Articoli che potrebbero interessarti