Tu sei qui

SBK, Gara 2: Rea batte Redding dopo un duello stellare sul bagnato, 4° Toprak

Il Cannibale cala il bis a Mandalika, 3° van der Mark, Yamaha vince il titolo costruttori, Gerloff regala quello indipendenti a GRT, 8° Locatelli, caduto Bassani dopo un contatto innescato da van der Mark, out anche Rinaldi, 

SBK: Gara 2: Rea batte Redding dopo un duello stellare sul bagnato, 4° Toprak

Share


Johnny Rea chiude in bellezza il weekend di Mandalika con il secondo successo della giornata. All’ultima tornata il Cannibale approfitta di un largo di Scott per soffiargli la prima posizione. 3° van der Mark poi Toprak, 5° Sykes seguito da Gerloff e Nozane. Ottavo Locatelli, mentre nono Vinales seguito da Bautista.

Da registrare la caduta di Rinaldi all’ultimo giro. Yamaha vince il titolo costruttori, mentre GRT quello indipendenti.  

GIRO 11 – Inizia ora l’ultimo giro con Redding che passa sul traguardo Rea. Bagarre per l’ottava piazza tra Rinaldi e Locatelli, separati da soli due decimi.

GIRO 10 – Redding non ci sta e torna sotto a 3 giri dal termine. Scott è attaccato alla Kawasaki di Rea, mentre Van der Mark rifila sei decimi alla Yamaha di Toprak. A otto secondi dalla vetta compare invece Sykes, mentre Rinaldi si porta negli scarichi di Locatelli, pronto per l’attacco.  

GIRO 9 – Rea prova a dare lo strappo rifilando tre decimi a Scott, mentre Toprak ha un problema tecnico al cambio che non gli consente di essere competitivo quanto vorrebbe. Il turco arriva largo in curva 1 e lascia la terza posizione a van der Mark dovendo accodarsi.

GIRO 8 – Rea ha due decimi su Redding, mentre Toprak si riprende di forza la terza piazza ai danni di Van der Mark. Gran bagarre quando mancano 4 giri al termine della corsa. 5° Sykes per Gerloff sesto che passa Nozane. Non male la rimonta di Garrett.

GIRO 7 – Rea non ci sta e attacca Scott tornando nuovamente al comando della corsa. Bagarre anche per la terza piazza dove Toprak tenta di riprendersi la posizione. 5° Sykes poi Nozane, Locatelli e Gerloff.

GIRO 6 – Redding e Rea lasciano sul posto la concorrenza, mentre van der Mark infila Toprak ed è terzo davanti al turco. Quinto Sykes poi Nozane e Locatelli. 8° Gerloff seguito da Rinaldi e Vinales, poi Bautista.

GIRO 5 – Gara incandescente con Redding che si riprende la vetta ai danni di Johnny. I primi due rifilano un secondo a Toprak, incalzato dalla BMW di van der Mark.

GIRO 4 – Rea risponde e si riprende la leadership ai danni di Redding. Terzo Toprak, mentre van der Mark stende Bassani! Axel fuori dai giochi mentre  era quarto, davvero un peccato quanto accaduto, tanto che il pilota Motocorsa esprime la propria rabbia col dito medio verso l’olandese. 5° Sykes poi Nozane e Locatelli.

GIRO 3 – Redding infila Rea in curva 6 ed è primo davanti al Cannibale, 3° Toprak seguito da Bassani e van der Mark. Caduto Mercado, che lascia il sesto posto a Sykes seguito da Locatelli. In pista c'è tantissima acqua!

GIRO 2 – Rea comanda la gara con Redding secondo davanti a Toprak, mentre terzo Bassani con Van der Mark alle spalle. I primi cinque sono in mezzo secondo. Sesto un super Mercado con la Honda, 7° Locatelli, 10° Rinaldi, 11° Gerloff poi Bautista.

GIRO 1 – Rea comanda la gara seguito da Toprak e Redding, mentre quarto Axel Bassani incalzato da van der Mark, Mercado e Locatelli. 8° Nozane poi Rinaldi e Sykes.

9:33 Piloti schierati, inizia ora il warmup lap di questa Gara 2. 12 i giri da svolgere. In pole Toprak al suo fianco Rea e Redding

9:30 Ci siamo! Cavalieri è il primo a scendere in pista seguito da Nozane e Toprak. Verrà fatto un giro e in seguito si deciderà se correre o meno Gara 2 della lunghezza di 12 giri. 

9:29 I piloti hanno già tuta e casco! Scenderanno in pista per capire le condizioni del tracciato.

9:17 Si corre! Sarà una Gara 2 di 12 giri. La pitlane aprirà alle ore 9:30

9:10 Lavilla sta facendo il giro dei box per confrontarsi con i piloti e spiegare loro le condizioni del tracciato. 

9:01 In pista ci sono ora in azione i macchinari per aspirare l'acqua, così come Gregorio Lavilla a monitorare la situazione. Purtroppo è ricominciato a piovere.

8:56 Entra ora in pista la Safety Car per il controllo.

8:55 Tra 5 minuti verrà fatto un nuovo sopralluogo. Al momento l'intensità delle pioggia si è ridotta notevolmente, ma persistono le pozze d'acqua ai lati. 

8:45 Alle ore 9 italiane, le 16 locali, verrà fatto un nuovo controllo per capire le reali condizioni del tracciato. La pioggia è diminuita, ma ci sono delle vere e proprie pozzanghere ai lati del tracciato. 

8:40 Per cercare di ammazzare il tempo, il team Ducati Aruba e quello Go Eleven è andato al muretto a salutare i tanti appassionati sul pubblico. Da ammirare il calore dei sostenitori locali.

8:35 La Safety Car è ancora in pista, ma a quanto pare la pioggia non vuole smettere di scendere. Le condizioni non consento infattti di correre la manche finale 

8:28 La Safety Car entra ora in pista per verificare le condizioni del tracciato e capire la reale situazione. 

8:20 Alle ore 15:30 locali, le 8:30, verrà fatto un sopralluogo per capire le condizioni del tracciato. Siamo quindi in attesa di capire come si evolverà la situazione, anche se le sensazioni non sono proprio ottimistiche. 

8:06 La direzione gara ha fatto sapere che nei prossimi minuti verranno rilasciate nuove info in merito alla ripresa o meno dell'attività in pista. 

8:00 Gara 2 sarebbe dovuta partire a quest'ora, ma i piloti sono tutti ai box in compagnia delle rispettive moto. Purtroppo l'intensità della pioggia non sta diminunendo. Speriamo che il copione non sia lo stesso di ieri. 

7:56 Partenza rimandata! Pochi istanti fa è stato esposto il cartello con la comunicazione. Moto e piloti stanno tornano ai box per la pioggia torrenziale.

7:53 L'intensità della pioggia è aumentata notevolmente in questo istante, tanto che le condizioni meteo sembrano le stesse di ieri. Non resta che sperare in un miglioramento. 

7:50 Dieci minuti al via di Gara 2: purtroppo piove a Mandalika quando mancano dieci minuti alla partenza. In questo momento i meccanici stanno montando le gomme rain!

Appuntamento alle ore 8 italiane, le 15 locali, per il gran finale di questa stagione del Mondiale Superbike. Come già sappiamo, stamani Toprak ha conquistato il titolo iridato in Gara 1 (leggi QUI quanto accaduto), ma ci sono ancora diversi titoli da assegnare. È il caso di quello costruttori, così come quello indipendenti con Gerloff e Bassani chiamati al confronto.  

Articoli che potrebbero interessarti