Tu sei qui

MotoGP, Test Jerez: Nakagami e la Honda piegano Zarco e la Ducati, 3° Bastianini

Distacchi molto contenuti in questa prima giornata di test con ben 17 piloti in un secondo: 4° Bagnaia poi Vinales e Rins, 9° Quartararo, 18° Dovizioso, R. Fernandez il migliore tra i rookie

MotoGP: Test Jerez: Nakagami e la Honda piegano Zarco e la Ducati, 3° Bastianini

Share


Si conclude nel segno della Honda di Nakagami la prima giornata di test a Jerez. Il giapponese del team LCR si impone davanti alla Ducati di Zarco, mentre in terza posizione spicca Enea Bastianini. Come si evince dalla classifica i tempi sono particolarmente ristretti con ben 17 piloti in un solo secondo. Tra i rookie il più veloce è Raul Fernandez. 

17:43 - Giornata di grande lavoro per i rookie, con Di GIannantonio che ha segnato il miglior tempo tra i debuttanti italiani dando vita ad una buona progressione. Il miglior rookie in assoluto è però stato Raul Fernandez in sella alla KTM di Tech3

17:37 - Ha fatto decisamente bene a Bastianini il passaggio sulla Ducati GP21. Di solito Enea non è mai particolarmente veloce nei test o sul giro secco, oggi invece è stato sempre molto vicino alla vetta della classifica ed al momento è 3° a meno di un decimo dal riferimento di Nakagami. 

17:30 - Poca attività in pista, la classifica resta invariata con poca attività in pista. Non c'è nessuno che sembra volersi cimentare in un time attack di fine giornata, ma mancano ancora 30 minuti alla fine della sessione. 

17.00 - Un'ora alla fine, ecco i tempi.

16.58 - Suzuki nera per Joan Mir.

16.30 - A un'ora e mezza dalla fine della prima giornata di test il primo tempo è nuovamente di Nakagami, davanti a 3 Ducati: Zarco, Bastianini e Bagnaia. Vinales è 5°, poi Rins, Morbidelli, Quartararo, Marini e Martin a chiudere la Top Ten. Migliorano i debuttanti, Fernandez è 22° ma a meno di 2 secondi e mezzo dal primo, davanti a Gardner, Di Giannantonio e Bezzecchi.

16.22 - KTM sta provando un nuovo pacchetto aerodinamico. Il cupolino ha una forma più rastremata e le ali sono più massicce, inoltre ci sono delle appendici aggiuntive sui lati della carena, come sulla Ducati. La soluzione sembra però ancora prototipale e si nota la vecchia presa dell'airbox (più piccola) all'interno della nuova.

Il nuovo cupolino
Il cupolino 2022
Ai lati della carena si notano le nuove appendici aerodinamiche

15.50 - Debuttanti a confronto: Marco Bezzecchi e Fabio Di Giannantonio.

15.43 - La pista ha riaperto. Nessuna conseguenza per il pilota.

15.40 - Bandiera rossa per la caduta di Aleix Espargarò alla curva 4.

15.30 - Bagnaia balza in testa alla classifica con il crono di 1'37"415, davanti a Nakagami, Bastianini, Rins e Vinales. Il migliore dei debuttanti è Raul Fernandez al 22° posto.

14:35 - Ducati ancora al lavoro sull'aerodinamica della Desmosedici. Pecco Bagnaia sta provano una versione della carena già utilizzata nei test di Misano, che ricorda nella zona della presa d'aria frontale le forme della vecchia M1

14.15 - Come Nakagami, anche Alex Marquez nel box ha una Honda RC213V versione 2021 e un'altra 2022.

14.10 - Aprilia ha deciso di seguire i consigli di Stoner e... togliere le ali. Naturalmente scherziamo, abbiamo semplicemente intercettato la RS-GP senza 'baffi' mentre i meccanici stavano lavorando sulla carena.

14.00 - Pochi piloti in pista, mentre gli altri sono fermi per la pausa pranzo. Una scivolata senza conseguenze per Lorenzo Savadori.

13.30 - La classifica: Vinales sale al 4° posto, Dovizioso (17°) ha fatto il suo miglior tempo sulla Yamaha 2022, migliora Di Giannantonio, ora 24°.

13.08 - Maverick Vinales sale in 7ª posizione.

13.00 - La classifica aggiornata. Piccolo inconveniente tecnico per Bezzecchi, tornato ai box 'a spinta' sulla sua Ducati.

12.50 - Pochi minuti fa, Andrea Dovizioso è sceso in pista per la prima volta con il prototipo della Yamaha M1 2022.

Il forlivese ha nel box due moto: una 2019 aggiornata (quella con cui ha corso quest'anno) e il prototipo per il prossima anno, che vedete in queste foto.

Interessante anche notare quanto il Dovi stia lavorando sull'ergonomia della moto: lo spesso sul codone dice tutto.

12.45 - Uno degli obiettivi di questo test per Enea Bastianini è migliorare le prestazioni sul giro secco. Sembra essere sulla buona strada: ora è 2° a 84 millesimi da Nakagami.

12.32 - Alex Rins migliora e si porta al secondo posto a 0"304 da Nakagami.

12.30 - La classifica aggiornata.

12.25 - Per quanto riguarda Ducati: Bagnaia e Miller hanno una Desmosedici 2022 e una 2021 nel box, Martin e Zarco una sola GP22 da dividersi, tutti gli altri piloti (Bastianini, Bezzecchi, Di Giannantonio e Marini) la GP21.

12:03 - Per questi test i piloti hanno a disposizione gomme in mescola media e morbida. Michelin non ha portato grosse novità, solo uno pneumatico posteriore in mescola dura (già provato a Misano) realizzato per velocizzare i tempi di riscaldamento. La sua introduzione in gara non è prevista nel 2022, ma nel 2023.

12:00 - Nakagami al comando della lista dei tempi, davanti a Bagnaia, Morbidelli e Quartararo. Pol Espargarò ha completato 14 giri, meglio di quanto ci si potesse aspettare date le sue condizioni fisiche. Fra i debuttanti, il miglioore è Raul Fernandez con il 21° tempo (ma come Gardner, che è 23°, aveva già provato la KTM a Misano, Di Giannantonio è 24° davanti a Bezzecchi e Darryn Binder.

11:36 - Debutto in MotoGP per il pilota probabilmente più sottoposto alla lente di ingrandimento in questi test. Darryn Binder entra in pista in sella alla Yamaha M1 del Team RNF.

11:35 - Questa la classifica al momento, con Nakagami che risulta essere il migliore davanti a Bagnaia e Quartararo. 

11:28 - Lavoro intenso nel box Tech3, che porta al debutto i due rookie Gardner e Fernandez

11:25 - Rientra ai box Fabio Di Giannantonio, che appena fermo ha aperto la visiera e si è lanciato in un commento decisamente colorito sulle sensazioni in sella alla MotoGP.

11:20 - Prima uscita in pista per Marco Bezzecchi, che debutta in sella alla Ducati del VR46 Racing Team!

11:10 - Scende in pista Taka Nakagami, utilizzando la Honda 2022. Con l'assenza di Marc Marquez aumenta anche la responsabilità del giapponese per quanto riguarda lo sviluppo. 

10.55 - Iniziano le danze: Luca Marini è il primo a entrare in pista, seguito da Mir e Rins.

ORE 10.47 - QUI trovate tutte le foto delle livree delle Ducati del team Gresini che Enea Bastianini e Fabio Di Giannantonio useranno in questi due giorni di test.

ORE 10.45 - Sylvain Guintoli ha girato martedì e mercoledì con la nuova Suzuki, completando 140 giri. Ha provato molte cose per il 2022: motore, telaio, forcellone e parti aerodinamiche.

ORE 10.40 - Ieri Lorenzo Savadori ha fatto lo shakedown dei due prototipi della RS-GP per il prossimo anno. La moto è ancora in configurazione 'ibrida', con parti nuove e vecchie. Motore e telaio sono in versione 2022, la carena quella attuale. Maverick Vinales e Aleix Espargarò avranno una nuova moto a testa.

ORE 10.30 - I meccanici della Honda scaldano le moto di Pol Espargarò. Il pilota spagnolo, dopo la violenta caduta rimediata a Valencia, è a Jerez e oggi farà sicuramente qualche giro. Le sue condizioni fisiche però non sono buone e solo una volta in sella potrà capire se sarà in grado di guidare.

ORE 10.15 - Jorge Martin aspetta di mettersi la tuta e iniziare la giornata.

ORE 10.00 - Si accende la luce verde in pit lane per il primo dei due giorni di test a Jerez. Sul circuito splende il sole, ma le temperature sono ancora basse (15° l'asfalto), quindi servirà ancora un po' di tempo prima di vedere i piloti in azione.

Articoli che potrebbero interessarti