Tu sei qui

Binder: “La MotoGP è così potente che ho corso col sorriso tutto il giorno”

“Incredibile la cavalleria, così come la staccata. Ho pranzato con Dovizioso, mi ha consigliato di fare un passo alla volta, senza avere fretta”

MotoGP: Binder: “La MotoGP è così potente che ho corso col sorriso tutto il giorno”

Share


Prima uscita dell’anno e primo giorno di scuola per il WithU Yamaha RNF MotoGP team e Darryn Binder. Il pilota sudafricano ha finalmente debuttato in MotoGP con la Yamaha M1 del team di Razali.

Da parte del sudafricano c’era grande curiosità in vista di questa giornata e alla fine il bilancio da parte sua è stato positivo.

“È stata una giornata bella tosta per me – ha esordito Darryn - si trattava della mia prima volta con la MotoGP e ho iniziato facendo un passo alla volta. È incredibile il potenziale di questa moto, infatti mi rideva la faccia per tutta la giornata. Avrei voluto fare più giri, ma va bene così, dato che non è il momento di forzare. Devo muovermi un passo alla volta, cercando di capire la M1”.

Il bilancio è quindi incoraggiante.

“La moto è davvero spettacolare, nonostante il vento abbia complicato in parte i nostri piani di giornata. Speriamo che domani la situazione sia diversa”.

In pista quest’anno troviamo non uno, ma ben due Binder.

“Ho parlato a lungo con mio fratello prima di questo test. Mi ha consigliato di concentrarmi in particolare le gomme e su come portarle in temperatura. Al tempo stesso mi ha anche detto di fare un passo alla volta, di divertirmi senza strafare. Non devo avere fretta di arrivare subito a fare il tempo, dato che questo è il mio primo test e lavorare con calma è fondamentale per capire questa moto e tutte le sensazioni”.

E sono proprio gli pneumatici l’aspetto su cui si è focalizzato il portacolori del team di Razali.

“Ho ascolta Brad e mi sono concentrato solo sulle gomme, cercando di capire tutte quelle che sono le sensazioni. Domani cercherò di fare un passo avanti, provando a migliorare. L’unico problema, a parte il vento, è la temperatura, dato che al mattino è molto fresca e alla sera si abbassa presto”.

Giornata di novità quindi per Binder, che tra l’altro si è pure interfacciato con il suo nuovo compagno di squadra.

“Con Dovi ho pranzato assieme e anche lui mi ha consigliato. Mi ha soltanto detto di girare e rimanere in pista per prendere confidenza, i modo da adattarmi. Questa per me è stata una giornata particolare, dato che oltre alla moto devo conoscere anche il mio gruppo di lavoro. Ovvio che non sono persone mai viste prima, ma devo comunque creare un legame anche con loro”   

Articoli che potrebbero interessarti