Tu sei qui

SBK, SSP: Buis e Currie con Motozoo Racing by Puccetti nel 2022

Jeffrey Buis proseguirà con la compagine di Fabio Uccelli dopo gli ultimi due round di questa stagione, mentre il due volte vicecampione British SS600 Benjamin Currie esordirà nel Mondiale di categoria

SBK: SSP: Buis e Currie con Motozoo Racing by Puccetti nel 2022

Share


Per la seconda campagna sportiva nel contesto del World SuperSport, il Team Motozoo Racing by Puccetti capitanato da Fabio Uccelli ha deciso di puntare su due giovani prospetti in rampa di lancia. Formazione che godrà nuovamente del supporto diretto di Kawasaki Motors Europe, nel 2022 si presenterà al via della rinnovata classe di mezzo delle derivate di serie con una line up di assoluto valore, in parte rivista nel suo genere, composta da Jeffrey Buis (nella foto di copertina) e Benjamin Currie.

Dalla SS300 alla SS600

Campione del mondo 2020 della SuperSport 300 e reduce da una stagione che lo ha visto concludere al terzo posto, in un nonnulla a Jeffrey Buis si sono aperte le porte della SuperSport 600. Già presente un mese or sono nel round argentino di San Juan proprio tra i ranghi della squadra lombarda, oltretutto conquistando subito il suo primo punto iridato, questo week-end l'olandese avrà l'opportunità di prendere ulteriore confidenza alla guida della Ninja ZX-6R in vista del 2022 sull'inedito tracciato indonesiano di Mandalika. 

“Sono molto contento di confermare la mia partecipazione al Campionato del Mondo Supersport nel 2022. Mi rende felice proseguire con Motozoo, squadra con cui sto disputando le ultime due gare della stagione corrente. Con loro mi sono trovato bene fin dal debutto, sono professionali e preparati. Già nel primo appuntamento siamo riusciti a raggiungere la zona punti. Aver confermato la nostra collaborazione ci consentirà di prepararci al meglio per la prossima stagione”, ha ammesso il classe 2001.

Dagli UK con furore

Pilota dal doppio passaporto (tedesco e australiano), Benjamin Currie ha trascorso la stragrande maggioranza della propria carriera nelle categorie propedeutiche della terra d'Albione. Vicecampione British SuperStock 600 nel 2016, nel successivo biennio si è messo ben in luce nel British SuperSport 600 sotto le insegne Gearlink Kawasaki tanto da giocarsi il titolo nel 2018. Archiviata una breve quanto negativa parentesi nel British Superbike con Quattro Plant JG Speedfit Kawasaki, dallo scorso anno il classe 1995 ha fatto ritorno nella serie cadetta, giungendo ancora secondo alle spalle di Jack Kennedy nel corso di questa stagione. Il 2022 pertanto rappresenterà l'esordio assoluto nel palcoscenico internazionale, un autentico coronamento di un sogno.

“Stavo lavorando da un sacco di tempo per cogliere la possibilità di gareggiare nel Mondiale Supersport 600. Per me è un sogno che si avvera e non vedo l’ora di scendere in pista per i primi test. Proseguire il lavoro con Kawasaki è sicuramente molto positivo. In queste stagioni ho sempre ottenuto grandi risultati in Supersport 600 con la Ninja ZX-6R e sono sicuro che, grazie al supporto di Motozoo Racing by Puccetti, avrò l’opportunità di togliermi tante soddisfazioni”, ha detto Currie.

Articoli che potrebbero interessarti