Tu sei qui

SBK, Rea: “Non ho più nulla da perdere, la pressione non è su di me”

"Correrò con la testa libera e combatterò fino all'ultimo. Mandalika sarà una novità per tutti, ma la pista sembra adattarsi ai punti forti della Kawasaki”

SBK: Rea: “Non ho più nulla da perdere, la pressione non è su di me”

Share


Gran finale a Mandalika per il Mondiale Superbike con l’ultimo duello tra Toprak Razgatlioglu e Johnny Rea. Il Cannibale della Kawasaki arriva al round asiatico con 30 punti da recuperare sul turco, di conseguenza l’attesa è grande nei suoi confronti.

Johnny lo sa bene ed è pronto alla battaglia: “Dopo alcune settimane trascorse casa a preparare questa gara devo dire che sono molto emozionato di correre a Mandalika – ha commentato – c’è infatti grande curiosità per scoprire la pista. Le prime impressioni che ho avuto guardando alcune foto e video sono ottime, sembra infatti che la pista si adatti bene ai punti di forza della nostra ZX10-RR”.

Rea sa bene cosa fare: “Lavoreremo duramente il venerdì per imparare il circuito e mettere a punto l’assetto – ha spiegato – purtroppo devo recuperare 30 punti in classifica, ma combatterò fino alla fine. La pressione non è su di me, di conseguenza  posso guidare con la testa libera, dato che non ho più nulla da perdere. Ci saranno tre gare, dovrò dare il 100% per ottenere il massimo risultato”.

Articoli che potrebbero interessarti