Tu sei qui

MotoGP, Marini: "Valentino? La degna conclusione di una bellissima storia"

"Dobbiamo ringraziarlo per tutto quello che ha fatto per il nostro sport, al suo box eravamo tutti molto emozionati. Nei test di Jerez dovrei utilizzare la moto di Pecco"

MotoGP: Marini: "Valentino? La degna conclusione di una bellissima storia"

Share


Giornata avara di emozioni dal punto di vista prettamente sportivo per Luca Marini, mai realmente competitivo nell'ultimo week-end stagionale al Circut Ricardo Tormo di Valencia. Soltanto 17esimo sulla bandiera a sacchi, l'alfiere dello SKY VR46 Avintia ha tracciato un bilancio a caldo sulla campagna d'esordio nella classe regina del Motomondiale.

"Ho faticato un sacco, mi aspettavo di poter tenere un ritmo migliore, ma ho sofferto eccessivamente col grip al posteriore. In ogni caso mi ritengo soddisfatto perché ho accumulato notevole esperienza, mi sento cresciuto nonché maturato sotto numerosi aspetti. Il momento più alto è rappresentato dalla prima fila nelle qualifiche di Misano, ho un bel ricordo, il feeling con la moto era eccezionale in quella circostanza".

L'urbinate ha già la testa rivolta alla prossima stagione, quando passerà alla struttura VR46 gestita da Pablo Nieto al fianco di Marco Bezzecchi. In attesa della GP22, negli immediati test di Jerez avrà in dote una Desmosedici versione 2021 alquanto particolare...

"Salvo stravolgimenti, dovrei avere quella di Pecco. Sono molto curioso in quanto si tratterà di un grande cambiamento. Non vedo l'ora di iniziare la nuova stagione con l'obbiettivo di tagliare traguardi importanti, sono convinto che la pausa invernale passerà in fretta. Non voglio fare previsioni sul 2022, prima pensiamo alle prove di giovedì e venerdì prossimo".

Malgrado l'anonima prestazione (per di più correndo col casco utilizzato dal fratello nel trionfale biennio 2008-09), la domenica di Valencia resterà scalfita nell'immaginario collettivo di Luca Marini in virtù della celebrazione per l'addio alle corse di Valentino Rossi. Giornata avara di emozioni dal lato sportivo, ma certamente non da quello umano...

"Oggi è stato un giorno speciale, inoltre in griglia sono venute una marea di persone, cosa abbastanza insolita. Dopo la gara mi trovavo nel box di Valentino, eravamo tutti molto euforici. La reputo una degna conclusione della sua bellissima pagina di storia, dobbiamo semplicemente ringraziarlo per quanto fatto al nostro sport. Sono felice di aver condiviso la pista con lui. Quel casco mi è piaciuto fin da piccolo, sono gli anni in cui ho potuto apprezzare alla perfezione il suo personaggio".

Articoli che potrebbero interessarti