Tu sei qui

MotoGP, Martìn, 4a pole del 2021: "Questa Ducati per me non ha punti deboli"

"L'unico punto in cui forse può migliorare è l'ingresso in curva, quando lasci i freni. Per il resto è perfetta ed oggi ci sono tre Ducati davanti a tutti. Domani punto al titolo di rookie of the year"

MotoGP: Martìn, 4a pole del 2021: "Questa Ducati per me non ha punti deboli"

Share


Jorge Martìn ha conquistato oggi a Valencia la quarta pole position di una stagione da rookie davvero da incorniciare. Lo spagnolo ha confermato di avere un istinto da killer in qualifica, che gli permette di spremere tutto il potenziale della propria moto nel giro secco. Un potenziale che oggi era elevatissimo per la sua Ducati, una moto che occupa 4 delle prime 5 caselle dello schieramento di partenza di domani. 

Sul Ricardo Tormo il pilota di Pramac si sta giocando anche il titolo di rookie of the year contro un Enea Bastianini che attualmente lo precede in classifica generale di appena tre punti. Scattare dalla pole mentre il suo rivale domani prenderà il via solo dalla 18a casella dello schieramento equivale ad avere una sorta di calcio di rigore per Martìn, che non poteva desiderare di meglio per conquistare un titolo che rappresenterebbe la ciliegia sulla torta di una stagione perfetta. 

“Stamattina mi sono trovato subito bene in FP3, ero veloce e vicino ai migliori - ha dichiarato Jorge -  quindi sapevo di poter andare forte in qualifica. In qualifica si rischia molto, qui la pista è strana ed il grip è diverso. Ho rischiato in ogni curva, in ogni staccata ed alla fine il giro è arrivato. Qui la Ducati è forte e domani avremo una bella battaglia. So di avere il ritmo per lottare per il podio”.

Questa Ducati sulla carta doveva soffrire a Valencia, invece è apparsa perfetta. Ma ha ancora dei punti deboli?
“Arrivando qui a Valencia ero ottimista, perché la Ducati è stata sempre veloce soprattutto di domenica negli ultimi anni. Quindi non penso che sia una pista negativa per noi. Difficile identificare dei punti deboli sulla nostra moto, magari dipende dalla pista. Magari quando lasci i freni ed entri in curva, soffro un po’ in ingresso. Ma questo magari è un problema mio. La moto funziona molto bene sotto tutti gli aspetti”. 

Domani con chi pensi di giocarti la vittoria?
“Pecco e Jack sono i più forti, ma per me domani sarà importante vincere il titolo di rookie of the year. Voglio finire la gara e farlo davanti ad Enea di certo. Penso di poter stare davanti, gli ufficiali Ducati saranno fortissimi, come pure i due Suzuki e forse Zarco. Ma il mio passo è buono”

Articoli che potrebbero interessarti