Tu sei qui

Valentino Rossi: ecco tutte le “replica” nella carriera del Dottore

Con il ritiro di Valentino Rossi si chiude un'era, quella in cui ragazzini e smanettoni sognavano di essere piloti e potevano sfoggiare la livrea dei propri eroi sui loro mezzi.

Moto - News: Valentino Rossi: ecco tutte le “replica” nella carriera del Dottore

Share


Una quarto di secolo sotto il segno di Valentino Rossi: anche i detrattori più accaniti del 9 volte campione del mondo non possono certo negare l'impatto che ha avuto Il Dottore nel circus del Motomondiale. Con lui si chiude un'era, quella dei piloti che hanno visto il passaggio dalle 2 tempi alle 4, dalla classe 500 alla MotoGP.

Rossi è stato anche uno degli ultimi protagonisti ad avere moto Replica e Special Edition a lui dedicati in un'epoca in cui i motociclisti, grandi e piccoli, volevano “vestire” i colori dei loro campioni preferiti. E andando a ritroso ogni modello segna una tappa della carriera del Dottore, che proveremo a ripercorrere con le moto e gli scooter più famosi.

Gli anni dell'Aprilia

Valentino Rossi vince e convince nel mondiale 125 in sella alla Aprilia RS. E' irriverente, ha la faccia d'angelo e diventa un fenomeno per i mass-media. Aprilia, che ha in casa due best seller come SR 50 e RS in varie cilindrate non deve fare sforzi per incollare il nome del pilota di Tavullia sulle sue carene, semplicemente continuare la tradizione delle Replica che già da anni fanno bella mostra nei concessionari. Nascono cosi l'Aprilia SR 50 Rossifumi e la RS 125 Rossi Replica, tra il 1998 e il 1999. Lo scooter diventa oggetto di culto, la piccola sportiva non regge il confronto negli anni con perle come la Chesterfield o la Reggiani Replica, ma rimane un tassello importante per i fan di Valentino.

I titoli con Honda

Il nuovo millennio inizia con il cambio di casacca: Valentino si accasa in Honda e passa alla classe regina. La Casa di Tokyo naturalmente sfrutta l'occasione di calamitare grandi e piccoli nel mondo irriverente e coloratissimo del Dottore e lancia la CBR 600 F Sport Valentino Rossi Replica con livrea in giallo e blu, con tanto di 46 e sponsor dell'epoca in bella vista. Stessa operazione viene fatta per il cinquantino X8R, che prima dell'uscita di produzione, avvenuta nel 2001, viene insignito degli stessi colori.

L'era Yamaha

Dopo i titoli con Honda, Rossi passa agli acerrimi avversari di Yamaha (del biennio in Ducati parleremo tra poco). La YZF-R1 è una di quelle superbike che si vendono da sole ma avere sopra la livrea del fenomeno italiano di certo male non fa. La divisione francese del marchio di Iwata predispone così alcune R1 Replica in edizione limitata che non arriveranno mai in Italia, se non in un esemplare esclusivo messo all'asta per beneficenza nel 2016. Le Replica francesi invece vanno dal 2007 al 2016 e oggi acquistarne una significa spendere una bella somma. In Italia invece nel 2007 la YZF-R6 del "R46" Replica.

La parentesi Ducati

La prima decade del nuovo millennio si chiude con la realizzazione del sogno di tutti i fan italiani della MotoGP: Rossi e Ducati insieme per vincere tutto e su tutti. Le cose non andranno proprio così, e l'unica traccia nelle concessionarie del passaggio di Rossi a Borgo Panigale sarà la Ducati Monster 796 in edizione speciale per lui e per il compianto Hayden

E domani?

Ora è scoccato l'ultimo giro di lancette per il Dottore, ma speriamo che proprio l'occasione sia quella giusta per rivedere una Rossi Replica nei concessionari, a suggello di una carriera che è andata oltre ogni più rosea aspettativa.

Articoli che potrebbero interessarti