Tu sei qui

Petrucci: addio MotoGP, benvenuta Dakar. Al via del Rally nel 2022

Danilo sarà sulla KTM450 per l'edizione che scatterà il 1° gennaio. Dopo gli allenamenti a Dubai, un tour de force per presentarsi pronto al raid

Dakar: Petrucci: addio MotoGP, benvenuta Dakar. Al via del Rally nel 2022

Share


Danilo Petrucci ha rotto gli indugi e ha annunciato ufficialmente che nel 2022 correrà la Dakar con la KTM. Dopo anni nella velocità, dalla Superstock alla MotoGP, il ternano guarda verso nuovi orizzonti di sabbia.

Petrux correrà a Valencia la sua ultima gara nel motomondiale e poi si dedicherà a tempo pieno alla sua nuova avventura. Non sarà solo, perché come maestri potrà contare sui migliori piloti da rally di KTM, che ha vinto 18 edizioni consecutive della Dakar. Il vincitore della Dakar 2018 e campione del mondo FIM Cross-Country Rallies Matthias Walkner, il due volte campione Dakar Toby Price e il campione Dakar in carica Kevin Benavides saranno a sua disposizione.

Danilo ha avuto un assaggio del deserto a bordo della sua KTM 450 RALLY, test in cui si è avvicinato alle basi della navigazione incredibilmente impegnativa richiesta per le gare di rally sotto l’occhio vigile del Rally Sport Manager di KTM, Jordi Viladoms, anch’egli ex pilota della Dakar.

Ora l'attenzione di Danilo sarà completamente concentrata sulla sua formazione di guida e di navigazione in vista del suo primo tentativo di partecipare all'evento di 14 giorni e circa 8.000 chilometri, che inizierà il 1° gennaio.

Danilo Petrucci ha commentato: “per me correre la Dakar è davvero un sogno che si avvera. E' un evento che ho sempre voluto fare fin da quando ero bambino e guardavo le videocassette della Dakar degli anni '80 e '90. Ora, grazie a KTM, questo sogno sta diventando realtà. Per prima cosa, vorrei ringraziare KTM per questa grande opportunità, penso che sarò l'unico pilota che in poco più di un mese ha gareggiato in MotoGP e poi alla Dakar, quindi ci vado con grande orgoglio. Il mio obiettivo principale è solo quello di finire la gara e godermela. Il primo approccio è stato quello di fare un po' di allenamento con Jordi, lui ha partecipato alla gara molte volte ed è finito sul podio, quindi è stato un grande nell'aiutarmi a imparare questa arte speciale. Ho avuto il mio primo assaggio di guida della KTM 450 RALLY recentemente in un test nelle dune di Dubai, dove sono stato con i campioni della Dakar di KTM e ho potuto imparare molto da loro, è stato bello vederli guidare, sono stati super gentili e disponibili con me. Spero che l'allenamento del prossimo mese sia sufficiente. Sicuramente sarà una gara dura, ma sono eccitato".

Pit Beirer, direttore di KTM Motorsports, ha aggiunto: “il talento di Danilo e il suo carattere fanno sì che sia uno dei pochi ragazzi di altissimo livello che crediamo possa fare questo passaggio radicale dall'asfalto alle dune. È una grande storia per un grande ragazzo. Vogliamo ringraziarlo per la sua professionalità e tutti i suoi sforzi come parte del team Tech3 nel nostro progetto MotoGP e ora è il momento di un altro 'mondo’!”.

Articoli che potrebbero interessarti