Tu sei qui

Moto3, Foggia VS Acosta: lotta all'ultimo punto, Portimao può chiudere i giochi

LE COMBINAZIONI - In 6 gare Dennis è passato da 97 a 21 punti di svantaggio. A Portimao servirebbero ad Acosta 5 punti per diventare campione

Moto3: Foggia VS Acosta: lotta all'ultimo punto, Portimao può chiudere i giochi

Share


Domenica 8 agosto, il Gran Premio di Stiria era finito e Pedro Acosta aveva vinto la sua quinta gara nell’anno del debutto in Moto3. In quella stessa gara Dennis Foggia tagliava il traguardo in 22ª posizione. In quel momento i sogni iridati erano ridotti al lumicino, con lo spagnolo davanti di 97 punti in classifica (praticamente 4 GP) e ancora 8 round prima della fine del campionato.

Una missione impossibile, ma che il pilota di Leopard ha reso possibile. Negli ultimi 6 Gran Premi the Rocket ha tenuto fede al suo soprannome, salendo sempre sul podio e vincendone 3. Allo stesso tempo, Acosta non riusciva a ripetere i sorprendenti risultati di inizio anno, dovendosi accontentare nelle stesse gare di un solo podio (il 3° posto di domenica scorsa a Misano). Così, mentre Garcia doveva saltare due gare per un infortunio, Foggia diventava il suo rivale.

Pedro, essendo un debuttante, sta facendo una grandissima stagione, con un solo zero, ma è Foggia ad avere cambiato decisamente marcia e non fosse per un inizio disastroso (45 punti in 7 gare) le cose potrebbero essere ben diverse.

Il passato non si può cambiare, ma il futuro è ancora tutto da scrivere e a due gare dalla fine (la doppietta di Portimao e Valencia) i punti di distacco si sono ridotti a 21, cioè ne ha recuperati 56 in 6 gare. Il gap è ancora pesante, ma la Moto3 è il regno dell’incertezza, con tanti piloti che si possono mettere in mezzo a fare da ago della bilancia nella sfida per il titolo.

Inoltre c’è il fattore pressione e da questo punto di vista Dennis è avvantaggiato. Acosta è al suo primo anno nel Mondiale, ha appena 17 anni e affronta una stagione lunga come mai prima. Qualche segno di nervosismo lo ha dato a fine gara a Misano, quando non ha voluto rispondere alle domande su un problema tecnico che lo ha rallentato. Foggia, invece, nel ruolo di cacciatore vede la sua preda sempre più vicina e vuole mantenere questo slancio.

Per quanto riguarda le squadre, invece, sono in sostanziale parità perché sia Leopard che Ajo sono due fra i migliori team della categoria, molto vincenti in passato.

I numeri dicono che Acosta potrebbe chiudere i giochi già in Portogallo, dove per altro ha vinto nella prima edizione del GP di quest’anno, in cui Foggia era arrivato 2°.

Quindi lo spagnolo potrà essere campione a Portimao se:

- Vince la gara
- Arriva 2° e Foggia è 4° o peggio
- Arriva 3° e Foggia è 5° o peggio
- Arriva 4° e Foggia è 8° o peggio
- Arriva 5° e Foggia è 10° o peggio
- Arriva 6° e Foggia è 11° o peggio
- Arriva 7° e Foggia è 12° o peggio
- Arriva 8° e Foggia è 13° o peggio
- Arriva 9° e Foggia è 14° o peggio
- Arriva 10° e Foggia è 15° o peggio
- Arriva 11° e Foggia non prende punti

Foggia quindi partirà in direzione Portimao per vincere e recuperare più punti possibili, con l’obiettivo di giocarsi tutto nel gran finale di Valencia.

Articoli che potrebbero interessarti