Tu sei qui

Ducati Multistrada V4 Pikes Peak: la regina della montagna è tornata!

Ducati svela la versione più sportiva e stradale della Multistrada V4. La nuova Pikes Peak mantiene i 170 CV e la tecnologia della sorella, ma si trasforma dal punto di vista ciclistico. Ecco i dettagli e il prezzo

Iscriviti al nostro canale YouTube

Share


Il terzo episodio della Ducati World Première 2022 ha finalmente svelato la Multistrada V4 Pikes Peak, il modello che rappresenta, fin dalla sua introduzione in gamma, l’essenza della sportività nella famiglia dual di Ducati. La Multistrada V4 Pikes Peak si presenta agli appassionati non solo come la Multistrada più sportiva di sempre, ma anche come il modello più potente dell’intero segmento crossover.

Il ritorno della Multi Racing

La Ducati Multistrada V4 Pikes Peak nasce naturalmente dalla base della Multistrada V4. Partendo da queste solide basi, la nuova V4 Pikes Peak è stata sviluppata introducendo sostanziali modifiche in termini di ciclistica, ergonomia e controlli elettronici e una serie di componenti dedicati, che regalano alla moto un’attitudine spiccatamente più sportiva rispetto a Multistrada V4. Con la V4 Pikes Peak Ducati risponde ai motociclisti che cercano la performance più pura all’interno del mondo dual.

Il design

Il design della Multistrada V4 Pikes Peak si sviluppa partendo dagli elementi caratteristici della famiglia Multistrada V4, integrandoli con i due elementi che maggiormente identificano la versione Pikes Peak dal punto di vista estetico e funzionale: la ruota anteriore da 17” e il forcellone monobraccio. L’animo racing della moto è esaltato dalla nuova livrea “Pikes Peak”, ispirata nei colori e nelle grafiche a quella della Desmosedici GP ’21, con tabelle portanumero disegnate su entrambi i lati del serbatoio, che accentuano il legame con il mondo delle competizioni. Per enfatizzare ulteriormente la sua innata sportività la Multistrada V4 Pikes Peak monta numerose parti in fibra di carbonio e il silenziatore omologato Akrapovič in titanio e carbonio. Altri elementi estetici distintivi sono il plexi fumè basso, l’inconfondibile anodizzazione oro dei foderi della forcella Öhlins, la sella posteriore bicolore nera e rossa con il logo V4 e lo scudetto Ducati Corse applicato sul becco.

Una ciclistica nuova

La ciclistica della V4 Pikes Peak è stata modificata in maniera importante rispetto alla Multistrada V4 ed è sviluppata attorno alla ruota anteriore da 17” che assicura al pilota grande precisione e reattività. La moto è equipaggiata con pneumatici stradali sportivi (misure: 120/70 anteriore; 190/55-17 posteriore) e monta i cerchi forgiati in alluminio Marchesini, più leggeri di 2,7 kg rispetto a quelli della Multistrada V4 S, che rendono più efficace il comportamento dinamico del veicolo e contribuiscono in maniera importante alla riduzione del peso totale di 4 kg rispetto alla Multistrada V4 S. Anche la scelta delle sospensioni Öhlins Smart EC 2.0, per la prima volta presenti su una moto della famiglia Multistrada, va nella direzione di garantire le migliori performance nell’uso sportivo, attraverso l’utilizzo di un sistema di tipo “event based”, lo stesso di Panigale V4 S e Streetfighter V4 S, che si autoregola in base allo stile di guida del pilota.



Il telaio monoscocca in alluminio è stato rivisto per ottenere un’inclinazione del cannotto di sterzo differente (25,75° rispetto ai 24,5° della Multistrada V4) e le quote ciclistiche di avancorsa e interasse sono state ricalibrate in funzione della diversa destinazione d’uso della moto.
L’impianto frenante della nuova V4 Pikes Peak è al top del segmento e deriva direttamente da quello della Panigale V4. All’anteriore il sistema comprende dischi da 330 mm di diametro e pinze monoblocco Brembo Stylema, in analogia con la Multistrada V4 S, a cui si aggiungono le pastiglie della Panigale V4. Al posteriore l’impianto prevede un singolo disco da 265 mm di diametro su cui lavora una pinza flottante Brembo. La nuova Multistrada V4 Pikes Peak offre un’ergonomia studiata appositamente per assicurare il massimo controllo e ottimizzare gli angoli di piega. La posizione di guida si distacca in modo marcato da quella della Multistrada V4: le pedane sono più alte e arretrate per aumentare l’angolo di piega massimo, mentre il manubrio è più basso, più stretto e ha una curvatura meno accentuata. Questa combinazione ergonomica si traduce in un migliore feeling nella guida sportiva, mantenendo comunque un buon livello di comfort.

170 CV mangia curve

La nuova Multistrada V4 Pikes Peak è equipaggiata con il motore più potente della sua categoria, l’apprezzato V4 Granturismo, capace di erogare 170 CV a 10.500 giri/minuto e una coppia massima di 125 Nm a 8.750 giri/minuto. Questo motore, creato appositamente da Ducati per la famiglia Multistrada V4, è particolarmente leggero e compatto con un peso di soli 66,7 kg. Queste caratteristiche hanno consentito a Ducati di realizzare una moto bilanciata e con una perfetta centralizzazione delle masse. Il V4 Granturismo è inoltre un riferimento in quanto a versatilità ed affidabilità, con intervalli di manutenzione da primato grazie al controllo gioco valvole fissato ogni 60.000 km. Il motore è stato ottimizzato per esaltare le caratteristiche della moto e presenta alcune novità. Tra queste spicca l’inserimento per la prima volta su una Multistrada del Riding Mode Race, sviluppato specificatamente per questa versione. La mappa Race si aggiunge a una strategia più racing per il limitatore, che in questa versione entra in maniera più graduale rispetto alla Multistrada V4, in modo da allertare il pilota con un certo anticipo e consentirgli una guida sportiva più efficace in termini di cambiate nella zona alta del contagiri. Il quickshifter ha anch’esso una strategia dedicata che permette scalate molto aggressive, oltre all’implementazione di una relazione manopola-farfalla ancora più diretta nel Power Mode High.

Cuore corsaro, animo hi-tech

La Multistrada V4 Pikes Peak eredita l’avanzato e sofisticato pacchetto elettronico della Multistrada V4 S, che comprende, tra gli altri, la tecnologia radar di serie sia all’anteriore che al posteriore, che abilita la funzionalità del Cruise Control Adattivo (ACC, Adaptive Cruise Control) e del Blind Spot Detection (BSD). Il cruscotto TFT con schermo da 6,5“, di serie anche sulla Multistrada V4 Pikes Peak, permette di visualizzare il navigatore cartografico grazie al Ducati Connect, che consente di fare il mirroring del proprio dispositivo cellulare.
Le novità sul piano dell’elettronica sono anche in questo caso orientate all’ottenimento di una miglior guida sportiva. Oltre all’introduzione del Riding Mode Race, sulla Multistrada V4 Pikes Peak il Ducati Wheelie Control ha una strategia aggiornata che offre una migliore risposta e un controllo più accurato durante la guida dinamica. L’ABS Cornering è stato anch’esso configurato per essere sicuro e performante in tutte le situazioni di guida, anche in quelle più sportive.

Il miglior regalo di Natale

La moto sarà disponibile nelle concessionarie della rete Ducati a partire dal mese di dicembre in un unico allestimento, quello Radar, che prevede radar anteriore e posteriore di serie. Il prezzo non è per tutte le tasche: si parte infatti da 28.990 euro.

Articoli che potrebbero interessarti