Tu sei qui

MotoGP, Quartararo: "Difficile battere le Ducati con la Yamaha sul bagnato"

VIDEO - "La loro potenza fa ancora di più la differenza. Non so cosa succeda quando la pista si asciuga, la M1 ha tutti i difetti possibili in quelle condizioni"

MotoGP: Quartararo: "Difficile battere le Ducati con la Yamaha sul bagnato"

Share


Fabio Quartararo ha terminato al 16° posto la prima giornata di libere a Misano, di per sé ci sarebbe da stupirsi vedendo il francese nel Bronx della classifica, ma in verità è stato il migliore interprete della Yamaha. Il motivo è presto detto: al termine delle FP2 l’asfalto ha iniziato ad asciugarsi e non ci sono peggiori condizioni per la M1.

Onestamente ero contento della Yamaha in condizioni di completo bagnato - ha spiegato - Mi trovavo bene in sella e quando sono entrato nei box ero 7°. Era il momento di mettere delle gomme nuove, media all'anteriore e morbida al posteriore, ma quando sono rientrato in pista l'asfalto si stava asciugando e nonostante questo giravo un secondo più lento”.

È un copione già visto.

Non sappiamo il perché, ma in condizioni miste sembra di guidare un’altra moto. Non gira, non ha grip, tutti i difetti che potrebbe avere ce li ha - è stato costretto ad ammettere Quartararo - Non so il perché, è un problema di tutte le Yamaha. Guardo i dati di tutti gli altri, non solo Franco, ma anche Valentino e Dovizioso, e c’è qualcosa che non va. Sono un po’ deluso per non essere stato nei primi 10, era l’obiettivo per oggi, ma bisogna pensare che oggi abbiamo raccolto informazioni utile per il futuro”.

Se però il maltempo dovesse continuare, Fabio potrebbe iniziare a pensare di correre in difesa.

Sul bagnato è difficile riuscire a battere la Ducati con la nostra moto - ha ammesso - Non dobbiamo sognare di riuscirci tanto presto, le loro potenza e accelerazione fanno ancora più differenza sull’acqua. Ne ho parlato anche con Dovizioso, lui la conosce sicuramente meglio di me, ma certe cose sono chiare anche dall’esterno”.

L’unico problema potrebbe essere che Quartararo possa innervosirsi. Valentino ieri ha detto che un pilota preferisce sempre chiudere i giochi per il campionato il prima possibile, altrimenti le cose diventano sempre più difficili.

Ogni pilota è diverso, la cosa più importante è rimanere calmi. Se non riuscirò a vincere il titolo qui, ci penserò a Portimao” ha concluso.

Articoli che potrebbero interessarti