Tu sei qui

MotoGP, Morbidelli: "Mi emoziona che una leggenda come Rossi smetterà di correre"

"Anche io sarò spettatore dell'ultima gara di Vale a Misano. Devo dire che la gamba va meglio. Clinicamente mancano due mesi al recupero totale ma io mi sento già molto bene"

MotoGP: Morbidelli: "Mi emoziona che una leggenda come Rossi smetterà di correre"

Share


Prosegue il recupero di Franco Morbidelli in seguito all’operazione a cui si è sottoposto lo scorso giugno per un problema al ginocchio sinistro. Dopo aver terminato il GP di Austin 19°, il pilota Yamaha ha avuto un periodo di oltre due settimane per continuare a lavorare sulla sua condizione fisica, che dice essere ampiamente migliorata. Misano sarà l’occasione per Franco di correre su una pista che ha già testato in sella alla M1.

Devo dire che la gamba va meglio – ha esordito il numero 21 – ho avuto l’opportunità di lavorarci sopra a casa in queste due settimane. Ho potuto lavorare un po’ di più sull’aspetto fisico e sul recupero. Ora mi sento bene”.

Che aspettative hai per il fine settimana?
“Continuare a migliorare e aumentare la velocità. Per farti degli esempi: ad Austin ero molto vicino alla Q2 e questo fine settimana accedere direttamente sarebbe un grande passo in avanti”.

Sei contento di poter correre su un circuito che hai già provato con la moto nuova? Questo potrebbe essere un vantaggio per te nonostante il problema alla gamba?
“Sì, essere tornati su una pista dove ho già girato con questa moto è ottima. Anche fisicamente mi sento meglio. Già ad Austin mi sono adattato meglio in sella rispetto alla prima gara a Misano o ai test. Non vedo già l’ora di scendere in pista e vedere a che punto sono con la moto e cercare di migliorare in vista di queste gare finali. L’obiettivo è cercare di fare dei miglioranti per queste ultime tre gare”.

Quartararo ha dichiarato che la Yamaha 2021 sia molto simile a quella precedente che è stata usata all’inizio della stagione. Cosa ne pensi?
“Io non ho mai guidato la moto 2020, quindi non lo so. Io posso paragonare tra loro solo le moto del 2019 e quella attuale. Posso dire che la Yamaha 2021 è ottima. Mettendole a paragone posso dire che la primissima gara che ho fatto con la Yamaha 2021 è andata subito meglio rispetto all’ultima che ho fatto con la 2019. È stato fatto un miglioramento di sicuro e questo è quello che vorrei fare anche io prima della fine della stagione”.

Questo Gran Premio sarà emozionante: sabato ricorrerà anche il 10° anniversario dalla morte di Marco Simoncelli, si corre sul circuito a lui dedicato e inoltre domenica Valentino smette di correre in Italia.
“Certe cose sembrano scritte dal destino. Sono molto curioso e sarò spettatore, come tutti, di questo fantastico ultimo fine settimana di gara di Vale a Misano. Sono anche sicuramente emozionato nel pensare che una leggenda come Rossi smetterà di correre. Una piccola parte di me penserà a tutto questo, ma una grandissima parte sarà concentrata sul lavoro da fare”.

A che punto sei con il recupero per la gamba? Questa è la terzultima gara della stagione.
Clinicamente mancano due mesi al recupero totale. Io mi sento già molto bene e sono in grado di spingere e fare cardio in palestra. Niente di eccezionale ma sicuramente meglio rispetto a prima”.

Articoli che potrebbero interessarti