Tu sei qui

Moto2, Misano: Augusto Fernandez è il più veloce sul bagnato delle FP1, 2° Bulega

Sono tre i piloti italiani nelle prime cinque posizioni della prima sessione di libere  Moto2: 2° Nicolò Bulega, 4° Tony Arbolino e 5° Celestino Vietti. La lotta mondiale si consuma in decima posizione con Raul Fernandez e 16° Gardner

Moto2: Misano: Augusto Fernandez è il più veloce sul bagnato delle FP1, 2° Bulega

Share


Terminata la prima sessione di prove libere della Moto2 del Gran Premio dell’Emilia-Romagna sul circuito di Misano Adriatico. In mattinata ha piovuto molto sul tracciato italiano ma, durante le FP1 della classe di mezzo, nonostante l’asfalto fosse completamente bagnato, la situazione della pista è notevolmente migliorata rispetto alle precedenti sessioni di Moto3 e MotoGP.

È scontro aperto tra i due piloti Red Bull KTM Ajo: Remy Gardner e Raul Fernandez, divisi in classifica mondiale da soli nove punti. Fernandez atterra in Italia da vincitore delle ultime tre gare, nonché vincitore del primo round di Misano. Gardner, attuale leader del mondiale, ha terminato le FP1 16°. Le condizioni della pista non hanno permesso ai piloti di dare il meglio ma, guardando al suo principale rivale, Raul ha terminato la mattinata in decima posizione, quasi quattro decimi più veloce dell’australiano.

Il migliore della sessione è risultato Augusto Fernandez (Elf Marc VDS), uno tra i piloti ad essere rimasti in pista fino alla fine del turno, ha segnato il miglior giro nel suo ultimo giro. La pista, infatti, ha cominciato ad essere più veloce solo negli ultimi minuti delle FP1. Secondo tempo per Nicolò Bulega (Federal Oil Gresini) con un crono di 1’48’’541. Terzo Joe Roberts (Italtrans Racing); seguono: quarto Tony Arbolino (Intact GP), a soli 160 millesimi dal miglior tempo di Fernandez, e quinto Celestino Vietti (Sky Racing Team VR46).

Settimo tempo per Marco Bezzecchi (Sky Racing Team VR46), il pilota tricolore non è ancora matematicamente fuori dalla lotta mondiale. Mancano solo tre gare e i punti in palio sono 75, Marco è a -65 dal leader. Il numero 72 non potrà realmente lottare per il mondiale ma di sicuro potrà aggiungere del pepe alla competizione tra i due piloti KTM.

La consistente quantità di pioggia in pista ha causato diverse cadute. In curva 16, a pochi minuti dall’inizio del turno, è caduto Jake Dixon (Petronas Sprinta) e solo dopo due minuti anche Sam Lowes (Elf Marc VDS) è finito a terra, nella stessa curva di Dixon. Curva 16 ha tradito anche Chantra (Honda Team Asia). A 10 minuti dalla fine è stata la volta di Simone Corsi (MV Agusta) e in curva 10 di Stefano Manzi (Flexbox HP40). Dopo la bandiera a scacchi Chantra è finito nuovamente a terra.

Più in basso, nella classifica dei tempi della Moto2, troviamo: 15° Mattia Casadei (wilcard con il team Italtrans), 21° Fabio Di Giannantonio (Federal Oil Gresini), 23° Lorenzo Baldassarri (MV Agusta), 26° Simone Corsi (MV Agusta), 27° Stefano Manzi (Flexbox HP40) e ultimo, in 30esima posizone, Tommaso Marcon (wildcard con il team NTS RW Racing GP).

Articoli che potrebbero interessarti