Tu sei qui

MotoGP, Miller: “Quest'anno non ho messo assieme i tasselli del puzzle”

"Questa cosa è accaduta diverse volte, infatti la domenica ho faticato. Spero di invertire la rotta per questo finale, dove vorrei essere tra i primi tre"

MotoGP: Miller: “Quest'anno non ho messo assieme i tasselli del puzzle”

Share


La Ducati arriva a Misano con l’obiettivo di ambire ai piani alti della classe. Il weekend ha infatti un sapore speciale, di conseguenza sbagliare è vietato. Lo sa bene Jack Miller, intenzionato a prendersi quel podio sfumato un mese in Riviera.

Nei primi tre posti ci furono infatti Pecco, Quartararo e Bagnaia, mentre l’australiano dovette accontentarsi della quinta piazza dietro alla Honda di Marquez.

“Che dire, siamo pronti per questo GP – ha commentato – personalmente sono dell’idea che sarò molto più competitivo rispetto a settembre. Probabilmente le temperature saranno più fresche, ma questo non penso sia un problema. Abbiamo svolto i test qua, riscontrando belle sensazioni, e ora bisogna solo confermarsi”.

Misano è la terzultima gara della stagione di conseguenza è anche il tempo per fare bilanci.
“Sarebbe bellissimo chiudere sul podio della classifica generale a fine stagione. Purtroppo, durante questo 2021, non sono sempre riuscito a mettere insieme tutti i pezzi del puzzle per la giornata di domenica, infatti molto spesso non è andata come speravo. L’obiettivo per le ultime tre gare è fare in modo che tutti in tasselli vadano al loro posto, cercando di portare a casa il massimo dei punti. Mancano ancora tre gare e voglio concluderle al meglio”.

L’attenzione si sposta poi sulla sfida in Moto2.
“Penso sia una bella battaglia quella tra Remy e Raul, dove può succedere di tutto. Nelle ultime gare Fernandez sta dimostrando grande competitività, mentre Gardner in America non ha raccolto quanto sperava, così come in Austria. Vedremo quello che accadrà”.

Infine una battuta su Darryn Binder, pronto a debuttare con Yamaha nel 2022.
“Sono molto contento per lui. Se hai l’opportunità è giusto che la sfrutti, come è accaduto a me in passato, quando sono arrivato in MotoGP. D’altronde la  MotoGP è il sogno di ognuno di noi, dato che qua ci sono migliori piloti del mondo”.

Articoli che potrebbero interessarti