Tu sei qui

SBK, Mercato Superbike: ecco chi è ancora senza sella per il 2022

L’ANALISI – Le trattative sono incandescenti, molti piloti hanno già una sistemazione per il prossimo anno, ma c’è chi ancora è alla ricerca

SBK: Mercato Superbike: ecco chi è ancora senza sella per il 2022

Share


La Superbike si è lasciata alle spalle la tappa di San Juan e ora guarda all’Indonesia per l’ultimo round di questa stagione. A tenere banco è la sfida per il titolo tra Rea e Toprak, così come quella tra gli indipendenti, dove Bassani insidia Gerloff. Da una parte c’è quindi la pista, dall’altra il mercato, con le sue ultime trattative.

I team ufficiali sono ormai sistemati, anche se all’appello ne manca uno. Stiamo parlando della Honda, che per la prossima stagione non ha ancora ufficializzato i nomi dei rispettivi portacolori. Tutti gli indizi portano alla linea verde formata da Iker Lecuona e Xavi Vierge, i quali andranno a sostituire Alvaro Bautista e Leon Haslam. Una coppia giovane pare aver scelto HRC per il proprio rilancio.

Da definire ci sono invece le selle dei team satellite e qua la situazione si fa interessante. Go Eleven, squadra indipendente campione in carica, è alla ricerca di un pilota che possa raccogliere il testimone di Loris Baz. Il francese ha infatti scelto di accasarsi in BMW con Bonovo e allora serve un rimpiazzo. Si parla di un giovane tanto che circolano i nomi di Oettl, Caricasulo, Aegerter fino ad arrivare a Mackenzie, vincitore domenica nel BSB.

Tra le squadre Ducati l’unica ancora in attesa è quella piemontese, dato che Barni ha annunciato Bernardi, mentre Motocorsa confermato Bassani anche per il 2022. Volgendo invece lo sguardo in Kawasaki, tra le squadre private ci sono ancora alcuni interrogativi. Puccetti ha già il contratto con Mahias per la prossima stagione, ma non è da scartare l’ipotesi di una eventuale seconda moto, magari affidata a Tito Rabat, che nelle ultime gare ha sostituito il francese. Orelac ripartirà molto probabilmente da Isaac Vinales, mentre Lucio Pedercini dovrà capire come muoversi. Da una parte si potrebbe proseguire con Cresson, dall’altra non è da scartare l’ipotesi di una coppia completamente nuova.

Saltando invece in BMW, non è da escludere che Loris Baz venga affiancato la prossima stagione da Eugene Laverty, verso cui la Casa di Monaco potrebbe rinnovare la propria fiducia in pista. Sempre a proposito di squadre indipendenti, c’è infine il nodo MIE, ovvero il team di Midori Moriwaki. Anche in questo caso non è da escludere una seconda moto oltre a quelle che verrà affidata a Tati Mercado, la cui conferma pare abbastanza scontata.

 SUPERBIKE 2022 – SQUADRE E PILOTI

Kawasaki: Rea-Lowes

Kawasaki Puccetti: Mahias-Rabat?

Kawasaki Pedercini: Cresson - ?

Kawasaki Orelac: Vinales, Oettl?

Yamaha: Razgatlioglu-Locatelli

Yamaha GRT: Nozane-Gerloff

Yamaha Gil Motorsport: Ponsson?

Honda: Vierge?-Lecuona?

Honda Mie: Mercado?

Ducati: Bautista-Rinaldi

Ducati Barni: Bernardi

Ducati GoEleven: Oettl? Caricasulo? Aegerter? Mackenzie?

Ducati Motocorsa: Bassani

BMW: Redding-Van der Mark

BMW Bonovo: Baz-Laverty

Articoli che potrebbero interessarti