Tu sei qui

Codice della Strada: divieto totale di fumo e nuove multe

In discussione in questi giorni alcuni cambiamenti al Codice della Strada. Oltre al divieto di fumo e a nuove multe, saranno riviste altre cose a livello burocratico

Auto - News: Codice della Strada: divieto totale di fumo e nuove multe

Share


Tra domani e giovedì saranno ben 434 le proposte di modifica al decreto legge Infrastrutture che saranno discusse e votate alla Camera. Ormai ci siamo dunque, il nuovo provvedimento sulla sicurezza stradale è alle porte. I nostri politici decideranno su tantissime cose, modifiche che interesseranno le due come le quattro ruote. Per i fumatori, ecco la novità: divieto tassativo di fumo mentre si guida. Naturalmente ci sarà una stretta anche per chi utilizzarà lo smartphone al volante, ma andiamo avanti e vediamo quali saranno le ulteriori novità.

Monopattini e Parcheggi: multe più salate

Altre novità interessanti, saranno un aumento del bonus taxi, così come il prolungamento della validità del Foglio Rosa per i neo patentati, che passerà da sei a dodici mesi. Interessante e particolarmente discusso, il capitolo monopattini elettrici. Avremo regole molto più rigide, come l'utilizzo del casco, probabilmente l'assicurazione, il limite di velocità a 20 km/h e molto altro ancora. Potremmo poi gridare al miracolo se veramente passerà anche questa legge: sospensione della patente per coloro che gettano dai finestrini sacchetti dell’immondizia ed altri oggetti. Si torna poi a parlare della responsabilità del conducente per gli altri occupanti a bordo dell'auto, privi delle cinture di sicurezza. Ancora: utilizzo di telefono e altri dispositivi elettronici alla guida? Da 422 a 1.697 euro di sanzione.

Si tornerà poi a parlare di revisione auto. La multa per la mancata revisione vedrebbe non solo una multa, ma addirittura la sospensione della patente da sette giorni a due mesi, con la decurtazione di cinque punti. Per i recidivi (nell’arco di due anni), la sanzione sarà aumentata, mentre la patente potrà essere sospesa da uno a tre mesi, con dieci punti sottratti sulla patente. Si parlerà anche delle vetture che trasportano persone disabili. Queste potrebbero non pagare il parcheggio nelle strisce blu. Ancora, in discussione l'obbligo da parte degli organi di polizia del preavviso di accertamento per i divieti di sosta, così da poter usufruire del pagamento del 30% in meno qualora la multa venisse pagata entro 5 giorni. Infine, si discuterà sul limite di velocità in autostrada. In presenza delle tre corsie, potrebbe essere portata a 150 km/h.

Articoli che potrebbero interessarti