Tu sei qui

SBK, Toprak batte Redding per 46 millesimi nella Superpole Race, 3° Rea

Razgatlioglu non si accontenta e cala il bis a San Juan nella gara sprint, 4° Bassani poi van der Mark, Locatelli e Gerloff, 8° Rinaldi seguito da Lowes e Haslam, 11° Bautista

SBK: Toprak batte Redding per 46 millesimi nella Superpole Race, 3° Rea

Share


Finale incandescente nella Superpole Race di San Juan tra Toprak Razgatlioglu e Scott Redding. L’alfiere Ducati ci prova fino all’ultimo, ma a spuntarla è il turco della Yamaha per soli 46 millesimi. In terza posizione invece la Kawasaki di Rea, in ritardo dalla vetta di tre secondi e mezzo.

Ottimo quarto posto invece per Axel Bassani, il migliore degli italiani con la Panigale V4 di Motocorsa, mentre 5^ la BMW di van der Mark seguita dalla R1 di Locatelli e quella di Gerloff. Ottavo Rinaldi, completano la top ten Lowes e Haslam. 11° Bautista poi Rabat e Davies.

GIRO 9 – Inizia ora l’ultimo giro della gara sprint. Problemi per Lowes, che da quinto diventa nono alle spalle di Rinaldi.

GIRO 8 – C’è meno di mezzo secondo tra Toprak e Redding in questo finale incandescente della SP Race. Rea è invece terzo a ben due secondi con Bassani quarto. Rinaldi viene invece superato da van der Mark, Locatelli e Gerloff.

GIRO 7 – Giro veloce di Redding in 1’37”3, che porta a mezzo secondo il proprio gap dalla Yamaha di Toprak. Scott è molto vicino al leader del Mondiale quando mancano 3 tornate alla fine.

GIRO 6 – Alla curva 8 Rinaldi attacca Locatelli e si prende la sesta posizione ai danni del bergamasco della Yamaha. Davanti a Michael c’è ora Lowes, distante nove decimi, gli stessi che separano Redding da Toprak nella sfida per la vittoria.

GIRO 5 – Siamo a metà gara con Toprak che comanda davanti a Redding con nove decimi, mentre Rea è a un secondo e mezzo. Quarto invece Bassani a oltre tre secondi poi Lowes, Locatelli e Rinaldi.

GIRO 4 – Redding arriva largo in curva 15 e perde mezzo secondo nei confronti di Toprak, il cui margine su Scott è di otto decimi. Rea si attacca alla Ducati numero 45, mentre Rinaldi è negli scarichi di Locatelli per il sesto posto. 15° Rabat che passa Vinales.

GIRO 3 – Toprak detta il passo con Redding a due decimi, mentre Bassani attacca Lowes e si prende la quarta piazza ai danni del pilota britannico della Kawasaki. Rinaldi supera van der Mark ed è settimo.

GIRO 2 – Toprak ha due decimi e mezzo di vantaggio su Redding, mentre Rea ne accusa otto dal turco. Quarto Lowes incalzato da Bassani, poi Locatelli, van der Mark e Rinaldi. 11° Laverty, 13° Bautista, 16° Rabat poi Davies.

GIRO 1 – Toprak fulmina Redding al via e si prende subito la prima posizione davanti alla Ducati del britannico. In terza posizione compare invece la Kawasaki di Rea seguito dalla ZX-10RR di Lowes. Quinto invece Bassani poi Locatelli, van der Mark e Rinaldi. 9° Gerloff, 10° Haslam.

17:00 Partiti, scatta ora la Superpole Race di San Juan!

16:58 Ci siamo, inizia ora il warmup lap!

16:55 Si preannunciano 10 giri di fuoco a San Juan: tutti i piloti con la SCX, ovvero quello che è il tradizionale pneumatico portato da Pirelli per la gara sprint. In pole Redding, al suo fianco Toprak e Bassani.

16:50 Tra 10 minuti si spegneranno i semafori: giornata serena a San Juan con il sole ad illuminare il circuito argentino e un leggero venticello. La temperatura è attorno ai 20 gradi. Al momento le moto sono già schierate in pista e le Kawasaki sono tornate ad utilizzare le tradizionali livree

16:40 Apre ora la pit lane, i piloti salgono in moto per lasciare i box e raggiungere la griglia.

16:30 Trenta minuti e poi si alzerà finalmente il sipario sulla gara sprint della SBK a San Juan.

Tutto in dieci giri, proprio così! Appuntamento alle ore 12 locali, le 17 in Italia per la Superpole Race di San Juan. Dopo la caduta di ieri, Scott Redding è affamato di riscatto e per l’occasione partirà davanti a tutti. Al suo fianco ci sarà quindi Toprak Razgatlioglu, vincitore di Gara 1, mentre Axel Bassani completerà la prima fila.

In seconda la Kawasaki di Lowes seguita da quelli di Johnny Rea, il quale sarà chiamato ad andare all’attacco. Ricordiamo che Johnny ha 29 punti da recuperare sul turco della Yamaha.

Articoli che potrebbero interessarti