Tu sei qui

SBK, Razgatlioglu: "Non mi piace vedere Rea cadere, meglio lottare in pista"

Il turco chiude al comando il venerdì del Villicum: "Quando l'ho visto rialzarsi mi sono tranquillizzato. Noi stiamo lottando duramente, ma non giosco per una caduta di un rivale"

SBK: Razgatlioglu: "Non mi piace vedere Rea cadere, meglio lottare in pista"

Share


A giudicare da come ha affrontato le libere di oggi, possiamo essere certi che Toprak Razgatlioglu non abbia la minima intenzione di correre da ragioniere in Argentina. Il turco è in vantaggio nel mondiale nei confronti di Rea, ma oggi il campione della Kawasaki ha mostrato di essere sotto pressione commettendo diversi errori nelle due sessioni di libere. Toprak ha sentito l'odore del sangue e di certo continuerà a graffiare per il resto del fine settimana esattamente come ha fatto oggi. 

Il pilota della Yamaha, oltre ad essere stato il migliore sul giro secco, ha anche mostrato i muscoli in vista delle gare mettendo sul piatto il miglior passo di tutti. Sembra insomma spianata la strada verso un fine settimana da protagonista assoluta, con gran voglia di festeggiare la conquista del titolo sul ritmo del tango argentino. 

"E’ stata davvero un’ottima giornata per me - ha dichiarato - mi sono sentito molto forte in pista e nel pomeriggio ho anche provato un assetto diverso, per cercare di cucire meglio la R1 su questa pista. Ha funzionato tutto perfettamente ed ora mi sento molto ottimista e positivo in vista di domani".

Oggi Rea ha sofferto parecchio, ed è anche incappato in un brutto errore. 
"Rea è molto veloce su questa pista, ma oggi mi sono un po’ spaventato quando l’ho visto cadere, perché quella è una curva davvero molto veloce. Mi sono tranquillizzato quando l’ho visto in piedi e diceva che era tutto ok. Non mi piace giore per una cosa del genere quando accade ad un mio rivale, non è questo il mio metodo. Stiamo lottando ed in gara possono esserci sorpassi aggressivi, in cui perde uno dei due e magari cade. Ma è meglio che succeda così, con un bel duello in gara. Domani anche Redding sarà tra i migliori". 

Ormai la vostra lotta è al culmine, ma tu sei in vantaggio. Correrai in modo meno aggressivo?
"Non cambio la mia strategia perché sto lottando per il campionato. Stamattina c’era molta polvere in pista e sono entrato subito perché non volevo perdere tempo e farmi trovare subito pronto. Se posso, voglio vincere. Non sono spaventato per questa gara e oggi abbiamo lavorato moltissimo. Domani cercherò di lottare per la vittoria, ma vedremo solo domani come siamo messi realmente. La gara è sempre un’altra cosa". 

Il Villicum ti porta bene. Qui sei salito sul podio nel 2018 e anche nel 2019. 
"Mi piace molto questa pista. Con la Kawasaki qui ho raccolto quattro podi in totale, uno nel 2018 e altri tre nel 2019. Quest’anno ho bisogno di vincere qui, non mi basta arrivare tre volte terzo. Ma mi sento a posto per domani, che sarà una giornata fondamentale con Gara 1. Dovrò essere concentrato". 

Articoli che potrebbero interessarti