Tu sei qui

Il motociclismo piange Reinhold Roth, protagonista sfortunato della 250

Vice-campione della quarto di litro nel 1987 e nel 1989, l'anno successivo rimase emiplegico in seguito a un terribile incidente nel GP di Jugoslavia

News: Il motociclismo piange Reinhold Roth, protagonista sfortunato della 250

Share


Ci ha lasciato, all’età di 68 anni, Reinhold Roth. Il pilota tedesco fu uno dei protagonisti della classe 250 negli anni ’80, categoria in cui vinse 3 Gran Premi, salì sul podio 15 volte e fu vice-campione del mondo nel 1987 e nel 1989. Roth corse anche in 350 e in 500.

La sua carriera, purtroppo, si interruppe nel 1990 quando fu vittima di un gravissimo incidente nel GP di Jugoslavia. Sulla pista di Rijeka si scontrò violentemente durante il doppiaggio con Darren Milner, che stava procedendo a bassissima velocità perché aveva iniziato a piovere. La visuale di Reinhold era coperta da altri piloti e non potè fare nulla per evitarlo.

I medici della Clinica Mobile riuscirono a rianimarlo, ma rimase senza ossigeno per 10 minuti, riportando gravi danni al cervello. Dopo essere uscito dal coma, Roth rimase emiplegico. Negli ultimi 31 anni è stato amorevolmente accudito dalla moglie Elfriede e dal figlio Matthias, prima di essere colpito da un collasso polmonare, fatale per un uomo nelle sue condizioni.

La redazione di GPOne porge le sue più sentite condoglianze alla famiglia di Reinhold Roth.

Articoli che potrebbero interessarti