Tu sei qui

SBK, Delbianco “rullo compressore” nella QP1 del CIV Superbike a Vallelunga

Uno scatenato Alessandro Delbianco in pole position provvisoria dopo la prima sessione di qualifiche del CIV Superbike nella finale di Vallelunga. Distacchi abissali rifilati agli inseguitori con Michele Pirro (2°) a 7 decimi e Luca Vitali (3°) a 1 secondo

SBK: Delbianco “rullo compressore” nella QP1 del CIV Superbike a Vallelunga

Share


Seppur ancora alla ricerca del successo numero uno in carriera, indiscutibilmente, Alessandro Delbianco ha tra i suoi punti di forza l’abilità di portare perfettamente al limite la CBR 1000 RR-R in situazione di time attack. Una tesi ribadita in occasione della prima sessione di qualifiche del CIV Superbike all’Autodromo Piero Taruffi di Vallelunga, in cui il portacolori DMR Racing ha colto la pole position momentanea in vista della doppia contesa finale della stagione 2021, rifilando distacchi pesantissimi ai diretti inseguitori.

Delbianco al top

Già al comando nel singolo turno di prove libere del mattino (QUI il pezzo), il riminese ha dato seguito allo strabiliante stato di forma sul giro secco che lo vede partire al palo da due round a questa parte (senza dimenticare Misano 1 risalente allo scorso maggio). In procinto di assaporare la quarta pole della stagione, intanto quest’oggi si è assicurato il miglior crono in 1’35”687. Niente da fare per il resto del gruppo, a cominciare dal fresco Campione Michele Pirro (2° relegato addirittura a 0”787) e Luca Vitali (3° persino a 1”087).

Casadei a terra

Mattia Casadei in azione alla Chicane sulla YZF-R1 del Keope Motor Team

Confermati i buoni progressi della RSV4 di Nuova M2 Racing grazie ad un sorprendente Alex Bernardi e Flavio Ferroni, rispettivamente in quarta e quinta posizione in attesa della decisiva QP2 di domani mattina in programma alle 10:35. Lo stesso non si può dire di Mattia Casadei, scivolato in modo innocuo alla Campagnano. In ogni caso il giovane riminese ha limitato i danni col sesto posto in 1’37”753, all’esordio in SBK nonché in sella alla YZF-R1 del Keope Motor Team al posto di Niccolò Canepa (impegnato nel Mondiale Endurance in quel di Most).

Insegue Gabellini

Con il titolo assegnato al Mugello in favore di Michele Pirro, la lotta per il ruolo di vicecampione si prospetta rovente considerata l'assenza forzata di Lorenzo Zanetti e i tre piloti racchiusi in appena nove punti alle sue spalle. Oltre a Delbianco e Vitali, rientra in questa speciale classifica anche Lorenzo Gabellini, il quale però non è andato al di fuori del settimo posto a oltre due secondi dalla vetta. L’alfiere Althea Racing Team ha preceduto le M1000RR di Gabriele Ruiu ed Ayrton Badovini. Chiudono il gruppo Riccardo Russo (10°, chiamato a sostituire Zanetti nel Broncos Racing Team, anch'egli presente nel FIM EWC), Alex Sgroi e Agostino Santoro.

Forte interesse pure nei confronti delle restanti categorie del Campionato Italiano Velocità, in ognuna delle quali sono tuttora da eleggere vincitori e vinti. Al termine delle varie QP1, pole position provvisorie per: Davide Stirpe (Extreme Racing Service) in SuperSport 600, Elia Bartolini (Bardahl VR46 Riders Academy) in Moto3, Matteo Vannucci (Junior Team AG Yamaha PATA Italia) in SuperSport 300 ed Alberto Ferrandez Beneite (Team Runner Bike) in PreMoto3.

Photo credit: daniguazzetti.com

RISULTATI QP1:

 

Articoli che potrebbero interessarti