Tu sei qui

QUANTO MI COSTA - Suzuki V-Strom 1050 XT Pro 2021

Il bicilindrico giapponese si dimostra parco nei consumi sulle statali e nel traffico, vi raccontiamo tutti i dettagli dopo oltre 5.000 km in sella ad una Suzuki V-Strom 1050 XT Pro

Moto - Test: QUANTO MI COSTA - Suzuki V-Strom 1050 XT Pro 2021

Share


Il motore della nuova Suzuki V-Strom 1050 XT Pro 2021, ha una storia lunghissima. Nasce nel 1997 con la TL1000S, poi potenziato per la TL1000R. E' poi passato sulla mitica SV1000, poi la Cagiva Raptor e Navigator e poi sulla V-Strom. Una evoluzione costante, per arrivare all'oggi, con l'Euro 5, in versione 1050. Con questa moto ci abbiamo percorso oltre 5.000 km, in qualsiasi condizione: viaggi autostardali in due a pieno carico, uscite delle domenica, percorsi cittadini, per capire quanto potesse consumare. Ecco cosa abbiamo riscontrato.

Il nuovo motore 1050

Passiamo ora al motore di oggi, il noto bicilindrico V-Twin di 90° da 1.037 cc, con ride by wire e la giusta dose di elettronica. La potenza massima è di 107 CV (79 kW) ad 8.500 giri/min, mentre la coppia massima è di 100 Nm 6.000 giri/min. I consumi dichiarati dalla Casa di Hamamatsu sono di 4,9 l/100km, ovvero 20,40 km/l. Un propulsore, che come detto, è ovviamente Euro 5.

Il calcolo del consumo

Mettiamo subito i puntini sulle "i". La moto l'avevamo già provata e nei nostri articoli trovate tutti i dettagli, mentre ora vogliamo concentrarci sui consumi. Prima cosa, abbiamo controllato la strumentazione. Tre i pieni di benzina effettuati, per fare poi una media e vedere l'affidabilità di ciò che indicava la strumentazione, facendo riferimento sempre alla stessa pompa di benzina che ha mantenuto oltretutto il prezzo invariato. Bene, abbiamo riscontrato che i dati indicati, sono al contrario di quello che si possa credere, pessimisti. Se la strumentazione ci "parla" di 21 Km/l, noi ne abbiamo rilevati 0,5 in più! Una cosa che, può fare solo che piacere.

Tre test "diversi"

Abbiamo dunque deciso di effettuare tre test: uno solo cittadino, uno misto, ed uno in occasione di un viaggio in Francia (in coppia e carichi). In città, abbiamo percorso per una settimana sempre lo stesso itinerario, privo di superstrade, fatto del traffico di Roma dove, soprattutto la mattina, si possono percorre km e km tra prima e seconda marcia, con continui stop. Nel percorso urbano abbiamo rilevato un consumo medio di 21,5 km/l. Siamo poi passati al test sul misto (per 5 giorni), fatto di quasi 90 km al giorno. Il tratto era composto da 35 km di autostrada (medie dai 110 ai 130 Km/h), 35 km di superstrada (medie tra i 70 ed i 90 km/h) e 20 km di tratto urbano. In questo caso, la media è salita a circa 22 e addirittura a 23,2 km/l in un paio di giorni senza traffico.

Infine, abbiamo portato la Suzuki V-Strom 1050 XT Pro da Roma, fino in Francia e ritorno, per andare a vedere le Gole del Verdon (qui trovi l'articolo del nostro viaggio). In questo caso, eravamo in due, con borse in alluminio cariche e sopra queste ulteriori due borse da 20 litri. L'effetto "vela" non ha certo aiutato, ed infatti i dati della strumentazione hanno riportato un consumo nelle tratte autostradali di 17 km/l, ed una media sul totale di 18,2 Km/l. Vi ricordiamo che però, esattamente come sopra, vanno aggiunti uno 0,5 km/l in più, cosa da non sottovalutare.

Interessanti i dati rilevati in un paio di uscite domenicali, quelle fatte da trasferte verso le montagne a caccia di curve, e da salite e discese non proprio a passo turistico, anzi. In questo caso la nostra maxi enduro ha fatto registrare una media di 22,6 Km/l, ed anche questo è uno dei dati più interessanti. Un'uscita di 500 Km, vede un consumo di circa 22 litri di carburante, che equivalgono con la benzina ad 1,7 euro/litro a circa 37,4 euro.

I consumi alle varie velocità (con borse montate)

Per noi è ormai prassi verificare i consumi per le velocità che vanno dai 60 ai 130 km/h. Bene, vediamoli insieme. Iniziamo dunque dai 60 km/h, consumo rilevato in 5° marcia, poiché con la 6° non viene mantenuta. Parliamo di 26 km/l, stesso identico risultato registrato a 70 km/h, ma in 6° marcia. Ad 80 km/h abbiamo invece il miglior risultato in assoluto, con un fantastico ed inaspettato 29,5 km/l, cifra che scende di poco a 90 km/h di strumento, con 26,7 km/l. Interessanti anche i dati rilevati a 100 e 110 km/h, con rispettivi consumi di 23,9 km/l e 23,6 km/l. A 120 km/h, si scende invece a 19,7 km/l, mentre a 130 si toccano i 17 km/l. Per questi ultimi due parametri, un consumo così alto è sempre da andare a giutificare (almeno in parte) alla presenza delle borse laterali, tant'è che togliendole, le cose migliorano.

Suzuki V-Strom 1050 2021 - le versioni

La Suzuki V-Strom è offerta in tre versioni. La standard è denominata Machi (12.990 euro), di serie include il bauletto da 55 litri, i paramani, il cavalletto centrale, il puntale inferiore ed il kit di adesivi laterali e cerchi. C'è poi la via di mezzo XT (14.690 euro), che prevede il pacchetto elettronico SIRS (Suzuki Intelligent Ride System) con piattaforma inerziale. Infine una terza versione, quella da noi utilizzata, nonché top di gamma, la XT Pro (15.790 euro), che oltre al SIRS prevede di serie le valigie laterali in alluminio, il puntale dello stesso pregiato materiale, le barre paramotore e le pedane poggiapiedi maggiorate. A conti fatti, 247 Kg da spostare, 9 kg in più della Machi in ordine di marcia). Ricordiamoci ancora, che a livello aerodiniamico le borse laterali sono due "muri" che non aiutano di certo i consumi. A questo link trovate la nostra prova completa, ma le abbiamo anche dedicato la rubrica "Perché comprarla... e perché no".

Articoli che potrebbero interessarti