BMW K 1600: spuntano le prime novità per il 2022

Le sei cilindri GT GTL e B di BMW saranno aggiornate. Ecco cosa sappiamo delle K 1600 per il 2022

Scritto da Fabio Caliendo - Mer, 06/10/2021 - 17:30

BMW Motorrad ha un po' "trascurato" ultimamente le sue top di gamma, parliamo naturalmente delle mostruose moto a sei cilindri, ovvero le BMW K 1600 GT, GTL e B, con le prime due dedicate al turismo di lusso e la terza in versione bagger. Del resto a Monaco si sono concentrati su altro, ed infatti ecco che dopo quattro anni circa, arriva qualche aggiornamento più interessante. Iniziamo con il dire che quasi sicuramente non vedremo a EICMA 2021 (leggi qui tutto quello che c'è da sapere sulla Fiera di Milano), visto che la Casa di Monaco non ci sarà, ma saranno rinnovate e presentate magari poco dopo, ad iniziare dagli aggiornamenti ai motori, Euro 5.

Euro 5, sempre con 158 CV

La domanda è: come potrebbero cambiare le nuove K 1600 GTL, K 1600 GT e K 1600 B per il 2022? I dati della certificazione tedesca confermano nuovi numeri a livello di emissioni, inferiori rispetto ai modelli attuali. Significa dunque che sono state aggiornate alla Euro 5. In ogni caso, il motore a sei cilindri, sempre secondo i dati, conferma i 158 CV, nonostante le minori emissioni di ossido di carbonio e di idrocarburi.

Non c'è niente altro per ora, ma essendo queste moto le ammiraglie, ci aspettiamo almeno qualcosa di più a livello di tecnologia, come il cruise control basato su radar ed il display TFT da 10,25 pollici già visto sulla BMW R 1250 RT (in foto - leggi qui la prova della GT tedesca). Quando le vedremo, non lo sappiamo, ma potrebbero esserci anche degli aggiornamenti a livello di sovrastrutture. Non sappiamo altro, ma sicuro arriveranno degli aggiornamenti importanti, poiché secondo Wayback Machine di Internet Archive gli URL che citano i modelli 2020 sono cambiati. Qui trovate il test della BMW K 1600 GT, qui la prova della K 1600 GTL e qui della versione B.

This page might use cookies if your analytics vendor requires them.
Leggi l'articolo completo