Tu sei qui

SBK, Anticipo di Mondiale nel National Trophy: MV e Aprilia con Ducati e Triumph

Oltre alla Panigale 955 V2 e Street Triple 765RS, questo week-end alla finalissima di Vallelunga faranno il loro esordio nel National Trophy pure la F3 800 e la RS 660 per quello che si presenta come un ricco antipasto del futuro Mondiale di categoria

SBK: Anticipo di Mondiale nel National Trophy: MV e Aprilia con Ducati e Triumph

Share


Indiscutibilmente, una delle grandi novità della stagione corrente nel panorama nazionale ha riguardato l’apertura della classe 600 del National Trophy alle SuperSport di nuova generazione, una sorta di antipasto di quel che sarà il Mondiale di categoria dal 2022. Se la Ducati Panigale 955 V2 ha fatto il suo (positivo) esordio fin dal round d’apertura, mentre la Triumph Street Triple 765RS è subentrata in corso d’opera, nella finalissima di questo week-end all’Autodromo Piero Taruffi di Vallelunga entreranno in lizza persino la MV Agusta F3 800 e l’Aprilia RS 660 per arricchire ulteriormente il piatto in tavola.

Anticipo di Mondiale

Ribattezzate “Big SuperSport”, con una classifica separata dalle 600 ‘standard’, in controtendenza rispetto alla serie d’oltremanica le inedite super sportive di media cilindrata stanno gareggiando senza particolari limitazioni regolamentari. Grazie alla presenza di sette unità al via nonché di piloti del calibro di Matteo Ciprietti, Samuele Cavalieri e Nicholas Spinelli in primis, fin da subito la bicilindrica di Borgo Panigale ha ben figurato in termini velocistici, mostrandosi di gran lunga la moto di riferimento. Risultati figli della solidità del progetto V2, cosa che al momento non si può dire della 765: portata in pista a cominciare (soltanto) dall’ultimo round del Mugello da Emanuele Pusceddu, coadiuvato dal Team J-Angel (QUI il pezzo), la tre cilindri di Hinckley è tutt’ora un cantiere a cielo aperto. Pertanto, la doppia gara di Campagnano rappresenta una valida opportunità per macinare ulteriori chilometri utili in chiave sviluppo.

Ecco MV e Aprilia

Giacomo Luminari alla guida della RS 660 nei cambi di direzione del Mugello

A proposito di Vallelunga, come detto, per l’occasione si aggiungeranno pure la F3 800 e la RS 660. La tre cilindri di Varese verrà affidata al giovane Andrea Campaci (nella foto di copertina), piacevole protagonista della Pirelli Cup 600 con tanto di wild card nel round in quel di Imola del CIV SS600 sotto le insegne Extreme Racing Service. La bicilindrica di Noale, invece, esordirà tra le mani di Giacomo Luminari, recentemente impegnato nel monomarca Aprilia istituito quest’anno. Una line up completa che offrirà dunque un primo confronto diretto fra i vari marchi in corsa in vista del Mondiale dell’immediato futuro.

Situazione campionato

Intanto che Roberto Tamburini si è già laureato campione nella classe 1000 (QUI il pezzo) del trofeo organizzato dal Motoclub Spoleto, i 50 punti ancora in palio si riveleranno cruciali ai fini delle sorti dei titoli della 600 e Big SuperSport. Nella prima quattro piloti (Armando Pontone, Simone Saltarelli, Marco Marcheluzzo ed Alessio Finello) sono racchiusi in 38 punti, nella seconda i giochi sono circoscritti giusto a Matteo Ciprietti e Nicholas Spinelli, con quest’ultimo che insegue a -40. Da venerdì si parte con prove libere e qualifiche, gare in programma sabato e domenica.

Photo credit: daniguazzetti.com

Articoli che potrebbero interessarti