Tu sei qui

Moto2, Austin: Fernandez vince e Gardner cade sul podio Diggia e Bezzecchi

Lo spagnolo domina il Gran Premio al CoTA mentre Remy perde punti importanti in campionato. Tony Arbolino è 6°

Moto2: Austin: Fernandez vince e Gardner cade sul podio Diggia e Bezzecchi

Share


Raul Fernandez (Red Bull KTM Ajo) conquista la sesta vittoria della stagione in Moto2 recuperando terreno nella classifica mondiale sul compagno, nonché avversario principale nella lotta, Remy Gardner. L’australiano, caduto in gara, non conquista nessun punto, costretto al ritiro, ma riesce a mantenere la leadership attuale del mondiale, anche se per soli 9 punti.

Condividono il podio con lo spagnolo due piloti italiani: Fabio Di Giannantonio e Marco Bezzecchi, i due durante il GP hanno difeso la posizione durante i 18 giri della gara senza mai senza a recuperare il gap su Fernandez.

LA GARA – Superate le prime curve del Gran Premio le posizioni in gara rimangono le stesso dello schieramento di partenza. Raul Fernandez sfrutta la pole position seguito da Remy Gardner e Fabio Di Giannantonio.

Il 3° giro inizia con il numero 25, in sella alla sua KTM, in testa al GP con un gap di oltre 8 decimi dal primo inseguitore. La lotta per la seconda posizione è combattuta dal gruppo formato da Diggia, Gardner e Beaubier. Si stacca Marco Bezzecchi, 5°.

Caduta di Thomas Luthi al 4° giro in curva 19. Al 6° giro in pista Fernandez registra un distacco di 1.5 secondi su Remy Gardner che, a sua volta, è rimasto da solo ad inseguire il compagno di squadra. In terza posizione Fabio Di Giannantonio a oltre 8 decimi da Gardner. Ma, colpo di scena in curva 15, Gardner va lungo e scivola. L’australiano non riesce a rientrare in pista e registra uno zero pesantissimo in ottica mondiale.

A 9 giri dalla bandiera a scacchi la situazione in classifica rimane invariata. Aumentano i distacchi tra i primi tre e si ritira Sam Lowes a causa di un problema tecnico, mentre il suo compagno di team Augusto Fernandez si posiziona 4° davanti a Beaubier.

7 giri al termine, cade in curva 20 Albert Arenas. La sua moto rimane per qualche istante a bordo pista ma il GP procede senza interruzioni.

A 3 giri dalla fine del Gran Premio delle Americhe la gara in solitaria di Raul Fernandez con 2 secondi di vantaggio su Di Giannantonio. In curva 2, cade Celestino Vietti che durante l’intera corsa si è aggirato intorno alla 13esima posizione.

Vince sul tracciato di Austin in Texas, con oltre 1.7 secondi di scarto sul secondo, Raul Fernandez. Un GP condotto in testa al gruppo dalla prima curva del primo giro sino alla linea del traguardo. Lo spagnolo, grazie anche alla caduta di Gardner, arriva a -11 punti dall’australiano nel mondiale continuando a mantenere la lotta interna al box KTM sempre più aperta.

Secondo posto per Fabio Di Giannantonio (Federal Oil Gresini Moto2) e completa il podio, in terza posizione, Marco Bezzecchi (Sky VR46 Racing Team). Segue Augusto Fernandez (Elf Marc VDS) e termina 5° Cameron Beaubier in sella alla Kalex del team American Racing nel GP di casa del team. 6° classificato Tony Arbolino (IntactGP) e 13° Simone Corsi (MV Agusta), il pilota romano partiva dalla 18esima posizione in griglia. Più avanti troviamo: 19° Stefano Manzi (Flexbox HP40) e 22° Lorenzo Baldassarri (MV Agusta).

Articoli che potrebbero interessarti