Tu sei qui

MotoGP, A.Espargarò: "Fosse per me, non si dovrebbe correre ad Austin, è pericolosa"

"Questa pista non è degna della MotoGP, ci sono buche che sembrano venire dalle piste di motocross. Ho chiesto agli ingegneri di rendere l'Aprilia più morbida per domani, ma non per essere più veloce, quanto per poter guidare"

MotoGP: A.Espargarò: "Fosse per me, non si dovrebbe correre ad Austin, è pericolosa"

Share


Non è stato di certo un venerdì esaltante quello di Aleix Espargarò e dell’Aprilia ad Austin. Lo spagnolo, ormai più che abituato ad occupare un posto di alta classifica in tutte le sessioni, si è ritrovato in 17a posizione a fine giornata, aggiungendo anche una caduta al bilancio poco ricco della giornata. 

La RS-GP è di certo una moto competitiva sulla maggior parte dei tracciati in calendario, ma Austin sembra aver messo in difficoltà pilota e moto, forse anche a causa di un asfalto ben lontano dall’essere perfetto. Evidentemente una condizione che l’attuale progetto di Aprilia soffre più di altre moto e che ha anche indotto all’errore un Aleix determinato a cambiare direzione a partire da domani. Nell'incontro con i giornalisti a fine giornata, Espargarò è davvero molto nervoso e sembra assolutamente non tollerare le condizioni dell'asfalto di Austin. 

"Per me è uno scherzo. Questa pista adesso è pericolosa - ha affermato Aleix -  davvero pericolosa e non si dovrebbe correre qui. E’ una specie di incubo, una cosa pericolosissima e non voglio pensare a quello che potrebbe accadere quando venti moto scatteranno a serbatoio pieno ed affronteranno le buche del primo settore domenica. E’ uno scherzo". 

Ma pensi che i piloti possano anche rifiutarsi di correre vista la situazione?
"Non so se possa capitare una cosa del genere, ma di certo in Safety Commission dirò che per me è assurdo correre qui, è davvero pericoloso. Per me non si dovrebbe correre. Non è accettabile avere una pista come questa nel calendario MotoGP". 

L'Aprilia sembra soffrire più di altre la situazione. 
"Oggi ho iniziato con lo stesso assetto di sempre ma dovremo cambiarlo. Non mi interessa se perderemo velocità di ingresso in curva, o grip in uscita. Dobbiamo essere in condizione di assorbire meglio tutte queste buche. L’Aprilia qui è davvero difficile da guidare e non so come facciano gli altri in certi punti, perché la nostra moto è davvero poco stabile in certe situazioni".

Come pensi di intervenire sull'assetto per migliorare la situazione?
"Per me l’unica cosa che possiamo fare è rendere la moto un po’ più morbida e dolce e non mi interessano le conseguenze negative che avranno queste modifiche, perché non sto parlando di essere già veloce o avere più grip. Si tratta di superare le buche in un modo accettabile. Se guardi quelle presenti in curva 2 e curva 10, sembra di essere su una pista da motocross. In altre curve sono in ogni caso il doppio di tutte le altre piste. Lo ripeto, è una sorta di incubo e l’unica cosa che possiamo fare è tentare di rendere la moto più adatta alla situazione dimenticando il resto".

Non sembra uno scenario che possa regalarti tranquillità. 
"Onestamente oggi ero spaventato in alcuni punti e non voglio cadere per colpa di queste cose". 

Articoli che potrebbero interessarti