Tu sei qui

Una BMW GS da 1.600 cc? Eccola!

Le indiscrezioni su una GS con cilindrata aumentata vanno avanti, ma intanto c'è chi ci ha già pensato...

Moto - News: Una BMW GS da 1.600 cc? Eccola!

Share


"De gustibus non est disputandum est", un'estressione utlizzata dai latini per dire che i gusti sono soggettivi, ed ognuno ha diritto ad avere i suoi, per quanto strani possano sembrare ad altri. In effetti, questa moto è veramente molto particolare. Il proprietario, Willem Heijboer voleva una GS particolare. Doveva essere potente, estrema, pazzesca, mostruosa. Ecco l'idea, prendere un K 1600 GT e trasformarla in... un GS! Così, con l'aiuto del preparatore olandese Nico Bakker si sono messi a lavoro. Il risultato? Può piacere o non piacere, ma di sicuro attira l'attenzione.

Un GS 1.600 cc da 160 CV

Il proprietario ha dunque portato la sua  K 1600 GT (leggi qui la nostra prova della tourer tedesca) a Bakker, chiedendo che la sua due ruote diventasse un "Gelande Strasse" super pompato. Così, la sei cilindri bavarese è stata completamente smontata. Bakker ha mantenuto il motore, la trasmissione a cardano, tutto l'impianto frenante (dischi freno anteriori da 320 mm con pinze Brembo/ABS Bosch) e l'impianto elettrico.

E' stato poi costruito un telaio ad hoc che potesse "rispondere" ai 160 CV senza mostrare i fianchi, utilizzando dei tubi in acciaio al cromo-molibdeno. Il passo, è diventato dagli originari 1.618 mm, agli attuali 1.635 mm. La geometria dello sterzo è stata chiaramente rivista. Chiudiamo il discorso ciclistica con le sospensioni: per il mono posteriore, si è mantenuto l'ESA, mentre all'anteriore si è deciso per l'eliminazione del Telelever, dando spazio ad una forcella WP da 48 mm, ovviamente completamente regolabile per adattare la moto alla guida del proprietario. La ruota anteriore poi, è ora da 19 pollici.

Design? Quando di più strano possa esserci

Bisogna dirlo, che piaccia o meno, l'estetica è quantomeno "curiosa". Definirla gigantesca è riduttivo, per via del motore, certo, ma anche per il serbatoio da 39 litri, praticamente un'auto. Anche da qui, nasce il nome K1600GS Mammoth, tant'è che il peso è di 310 Kg. L'anteriore, riprende il fanale della R 1200 GS del 2014, e nella parte inferiore è stata costruita una scocca che richiama molto all'Harley-Davidson Pan America 1250 (qui trovi il  video della nostra prova). Non manca poi uno scarico sei in due, in acciaio by Akrapovic, con doppi silenziatori in carbonio.

Ai colleghi di MCN, l'olandese Heijboer ha così spiegato: "Non mi piace fermarmi in un lungo viaggio se non è necessario. Anche se è una moto pesante, è fluida ed facile da guidare. L'ho anche portata a un trackday ad Assen e sono rimasto stupito da come si comporta bene. E non tocca più il motore in piega, ma solo le pedane!".

Articoli che potrebbero interessarti