Tu sei qui

Kawasaki Z650RS 2022: la classica entry-level nuova "figlia della Z1"

La famiglia delle classiche di Akashi si allarga con la entry-level Z650RS: look vintage, ciclistica e motore collaudati. Ecco i dettagli

Iscriviti al nostro canale YouTube

Share


La Retrovolution di Kawasaki alla fine ha avuto il suo esito, annunciando l’arrivo della Z650RS. Ne avevamo parlato nelle scorse settimane perché la novità in salsa classic di era stata preannunciata da un video-teaser, e ora non c’è più alcun dubbio. La Kawasaki Z650RS così diventa l’ultima arrivata di una famiglia che vede già in gamma Z900RS e W800.

Destinata ai motociclisti più giovani e alle prime fasi della loro carriera di centauri, si prevede che la Z650RS attirerà anche coloro che ricordano con affetto il lancio dell'iconica "figlia della Z1" la Z650-B1 nel 1977. Il delicato equilibrio tra vecchio e nuovo, retrò e attuale è stato sapientemente realizzato dal team di progettazione Kawasaki con intelligenti riferimenti Z.

Il motore

Il cuore della nuova moto è una versione aggiornata del famoso bicilindrico parallelo da 649 cc di Kawasaki, raffreddato a liquido, utilizzato negli attuali modelli Z650 e Ninja 650. La Z650RS è dotata di frizione assistita e antisaltellamento.  Il motore ha anche costituito la base delle moto che hanno corso verso il successo nelle estenuanti gare del TT dell'Isola di Man. La Z650RS è stata sviluppata per avere una risposta piena ai bassi e medi regimi, oltre alla caratteristica erogazione agli alti regimi, il motore ha una potenza di 68 CV ​​(50,2 kW) e sarà disponibile presso i concessionari Kawasaki anche in versione 35 kW per poter essere guidata dai possessori di patente A2.

La ciclistica

Il telaio è di tipo a traliccio tubolare che fornisce leggerezza e agilità e quindi conferisce alla moto una notevole maneggevolezza. Con il corpo centrale della moto rastremato, consente ai motociclisti di raggiungere facilmente con i piedi il suolo, così a avere piena sicurezza da fermi e manovrare la moto con altrettanta facilità. L'altezza della sella sarà di 820 mm con un'opzione di sella ribassata a 800 mm come accessorio.

Concentrandosi sulle sospensioni, l’avantreno presenta forcella da 41 mm, la sospensione posteriore horizontal link di alta qualità Kawasaki che agisce su un ammortizzatore regolabile nel precarico. La frenata è affidata a pinze anteriori a doppio pistoncino che agiscono su dischi da 300 mm in stile retrò, invece dei consueti dischi a margherita di Kawasaki, mentre nella parte posteriore un freno a pistoncino singolo agisce su un disco da 200 mm, il tutto assistito dall'ABS avanzato Bosch.

Il look

Lo stile della Z650RS è completamente nuovo. Evocando una miriade di ricordi della Z650-B1, la vernice e le grafiche sono una fedele riproduzione della versione verde della già citata Z, mentre l'iconica "coda d'anatra" e i pannelli laterali fedelmente realizzati rendono omaggio alla macchina del 1977. Anche la sella e le sue cuciture rivelano una familiare e meticolosa attenzione per i dettagli da parte degli stilisti Kawasaki. Un faro tondo a LED illumina la strada mentre la strumentazione a forma di "proiettile" in stile analogico include un pannello centrale digitale per le informazioni sulla moto. L'adozione di ruote a razze in lega di colore dorato sono la "ciliegina sulla torta" sulla moto, mentre ulteriori modifiche estetiche sono possibili tramite una gamma di accessori originali Kawasaki. Senza dubbio la nuova Z650RS farà sì che il 2022 sia l'anno della "Retrovolution".

Prezzo e disponibilità

La Kawasaki Z650RS sarà disponibile nel 2022, ancora non è stato comunicato il prezzo di lancio.

 

Articoli che potrebbero interessarti