Tu sei qui

SBK, Toprak non dà scampo a Rea e vince Gara 1 a Jerez, 3° Redding

Il turco ha la meglio nei confronti del Cannibale, mentre Scott soffia il podio all’ultimo giro a Locatelli, 5° Bautista, poi Baz, caduto invece Rinaldi

SBK: Toprak non dà scampo a Rea e vince Gara 1 a Jerez, 3° Redding

Share


Toprak Razgatlioglu conquista Gara 1 a Jerez davanti a Johnny Rea. Semplicemente perfetto il turco, che ha sfidato il rivale di sciabola e fioretto, piegandolo in occasione della prima delle due manche. Sul gradino più basso del podio compare poi la Ducati di Redding, che nel corso dell’ultimo giro ha avuto la meglio nei confronti della Yamaha di Locatelli, quest’ultimo costretto a consolarsi con il quarto posto.  

Nei primi cinque posti anche la Honda di Alvaro Bautista, seguita dalla Ducati di un sorprendente Loris Baz, il migliore tra gli indipendenti. Dietro il francese c’è invece spazio per van der Mark, poi Bassani e Lowes con Gerloff a completare la top ten di giornata. Fuori dai primi dieci Haslam, così come Laverty, 13° Folger.

 

GIRO 19 – Inizio ora il penultimo giro di Gara 1 a Jerez con Toprak al comando della corsa grazie a sette decimi su Rea.

GIRO 18 – Tra Toprak e Rea ci sono 694 millesimi, mentre Redding torna sotto a meno di un secondo sulla Yamaha di Locatelli. Bassani mette invece nel mirino la BMW di van der Mark

GIRO 17 – Rea non vuole darla vinta e si riporta sotto con sei decimi di gap da Toprak quando mancano tre tornate al termine di Gara 1. In casa BMW 12° Laverty seguito da Nozane e Ponsson.

GIRO 16 – Toprak dà ora lo strattone rifilando a Rea ben sette decimi. Il Cannibale si gioca il tutto per tutto pur di rimontare il leader del Mondiale. 3° Locatelli con un vantaggio di un secondo e un decimo sulla Ducati di Redding, 5° Bautista poi Baz.  

GIRO 15 - Toprak ora cerca di spingere e Rea si ritrova a mezzo secondo dal turco della Yamaha quando mancano 5 tornate al termine. Loris Baz passa invece van der Mark ed è sesto alle spalle di Bautista. Il francese è a 9 secondi dalla Yamaha di Razgatlioglu. 

GIRO 14 - Razgatlioglu attacca Rea e si prende il comando della corsa in questo preciso momento. Il turco ha ora 240 millesimi di vantaggio nei confronti della Kawasaki del nordirlandese. 

GIRO 13 - Toprak è sempre più vicino a Johnny: tra i due ci sono ora soli 150 millesimi a separarli. Sfida incandescente in questa Gara 1 sulla pista di Jerez. Locatelli è invece terzo a secondo e mezzo dalla coppia di testa.

GIRO 12 - Toprak non ha la minima intenzione di cedere e torna sotto, portando il gap a soli tre decimi dal Cannibale. 3° Locatelli, che ha distanziato Redding, ora a ben tre secondi dalla vetta. 

Ecco un'immagine della caduta di Rinaldi nel cambio di direzione a scendere.

GIRO 11 – Ecco la classifica aggiornata quando entriamo nella seconda parte di gara.

GIRO 10 – Rea risponde a Toprak, mettendo quattro decimi tra la sua Kawasaki e la Yamaha del turco. Redding vede invece il gap salire a tre secondi netti dalla vetta.

GIRO 9 -  1’40”1, è questo il crono siglato da Toprak che torna sotto nell’ultimo passaggio. Tra lui e Rea ci sono ora tre decimi, mentre Locatelli perde contatto col gruppo, passando a un secondo e tre decimi. Van der Mark si porta invece a un solo secondo da Bautista.

GIRO 8 – Rea prova a dare uno strappo, rifilando mezzo secondo a Toprak, mentre Locatelli vede il proprio gap salire a un secondo. Passa in settima posizione Baz che infila Haslam.

GIRO 7 – Rea riprende del margine su Toprak, rifilando al turco tre decimi, mentre il gap di Locatelli sale e otto decimi. Dietro di lui Redding. In questa tornata il Cannibale ha girato in 1’40”2.

GIRO 6 – Toprak e Rea arrivano al contatto in curva 6, ma entrambi i piloti rimangono in sella alle proprie moto. Di questo contatto ne usufruiscono Locatelli e Redding, che si attaccano alla coppia di testa. Primi quattro sono racchiusi in soli sette decimi. Gara molto tirata  a Jerez con Bautista quinto a oltre tre secondi dalla vetta.  

GIRO 5 – Rea allunga a quattro decimi su Toprak, mentre Samuele Cavalieri finisce a terra. Locatelli è invece terzo con Redding che torna sotto, accusando solo mezzo secondo dal pilota bergamasco della Yamaha. Nono Bassani che supera Lowes.

GIRO 4 – Primo colpo di scena: Rinaldi finisce a terra in curva 3 quando occupava la quinta posizione. Nel frattempo Rea ha tre decimi di margine su Toprak, mentre Locatelli accusa un secondo netto dal Cannibale della Kawasaki. Al quinto posto c’è ora Bautista, poi van der Mark che passa Haslam.   

GIRO 3 – C’è sempre Rea al comando con tre decimi di margine su Toprak, incalzato a sua volta da Locatelli. Sale invece a un secondo e mezzo il distacco di Redding dalla vetta seguito dalla Ducati di Rinaldi.

GIRO 2 – Rea detta il passo con due margini di vantaggio su Toprak, mentre Locatelli è a sei decimi dal Cannibale aver passato Rinaldi, il quale si fa superare anche da Redding, ora quarto davanti al romagnolo. Sesto Haslam, poi Bautista van der Mark e Baz nono, seguito da Lowes e Bassani.  

GIRO 1 – Rea balza al comando della gara con un sorpasso magistrale ai danni di Toprak. Il Cannibale comanda la gara davanti al turco, mentre terzo un super Locatelli, seguito da Rinaldi. Entrambi i piloti italiani hanno usufruito di un leggere largo di Redding, ora quinto  

11:00 Parte ora Gara 1 a Jerez!

10:58 Inizia ora il warmup lap. Ricordiamo che Isaac Vinales non scenderà in pista quest'oggi a seguito della scomparsa di Dean Berta Vinales. 

10:50 Moto schierate, 10 minuti al via di Gara 1. 21° nell'aria, 27° sull'asfalto. 

10:40 La pit lane si è aperta in questo istante e le moto sono entrate in pista per Gara 1, che partirà alle ore 11:00.

Alle ore 10:15 verrà osservato un minuto di silenzio in memoria di Dean Berta Vinales, scomparso ieri in occasione di Gara 1 della SuperSport300. In seguito alle ore 11 è previsto il via di Gara 1. Dalla pole scatterà Toprak Razgagtlioglu seguito dalle Kawasaki di Lowes e Rea.

In seconda fila troviamo invece le Ducati di Redding e Rinaldi con Locatelli al fianco. Di seguito la classifica di come è andata la qualifica del sabato mattina. 

Articoli che potrebbero interessarti