Tu sei qui

Triumph Tiger 1200: con Carmichael va forte anche sulla pista da cross!

Con un nuovo video ufficiale relativo alla nuova Tiger 1200 Triumph vuole mettere in evidenza le doti di maneggevolezza e agilità della sua enduro stradale

Iscriviti al nostro canale YouTube

Share


Passo dopo passo ci stiamo avvicinando alla presentazione della nuova Triumph Tiger 1200. Ma anche video dopo video, perché a Hinckley i creativi si stanno sbizzarrendo per dimostrare le caratteristiche del nuovo modello. Ancora non sappiamo se dovremo aspettare un paio di mesi, per vederla in versione definitiva a EICMA, oppure se Triumph la svelerà con un po' di anticipo. Di certo, sappiamo quali punti di forza punta per affascinare i motociclisti.

TESTER AFFIDABILE

Solo pochi giorni fa, avevamo visto la Triumph Tiger 1200 volare su un percorso offroad in mezzo al bosco. Come per dire, ti può portare ovunque, anche a divertirti in mezzo al bosco. Questo grazie anche a una serie di interventi che la rendono più leggera rispetto alla versione precedente e, soprattutto, alle dirette rivali. La Tiger 1200 nella strategia di Triumph è il primo di una serie di modelli di una famiglia completamente nuova. Come si vede nel video, vengono messe in risalto la sua agilità, la sua maneggevolezza e il controllo.

Certo, in sella c'era mica un tecnico di Hinckley che doveva testare gli ammortizzatori, ma Ricky Carmichael, non un semplice motociclista professionista statunitense di motocross e supercross, ma il più vittorioso di tutti i tempi nell'AMA Supercross. Ha vinto tutto quello che poteva vincere e i tantissimi titoli conquistati gli sono valsi il soprannome per eccellenza che si da a chi domina nel proprio sport, cioè GOAT, acronimo di "Greatest of all time", tradotto in italiano "il più grande di tutti i tempi".

LEGGEREZZA E MANOVRABILITÀ

La Tiger 1200 è stata trasformata: oltre al nuovo motore tricilindrico, interventi mirati sulla componentistica tecnica e ciclistica hanno reso la moto più potente, agile e divertente. Anche un pilota come Carmichael è stato sorpreso dalle doti di leggerezza e manovrabilità tanto da affermare che gli sembra di essere in sella alla 900 cc. Il lavoro dei tecnici di Hinckley si è concentrato sullo sviluppo del motore, dotato di albero motore T-Plane, una novità assoluta nel segmento delle enduro stradali di grossa cilindrata. Una configurazione scelta per permettere al motore di eccellere in ogni ambito, con prestazioni superiori e un carattere più marcato rispetto alla concorrenza. Il nuovo motore 1200 ai bassi regimi si comporta come un bicilindrico, con tanta coppia e un allungo deciso e un sound tipico delle unità Triumph.

I dettagli sull'equipaggiamento ciclistico non si conoscono ancora ma come si vede dal video, Carmichael la impegna in una pista da cross e la Tiger 1200 lo entusiasma, mettendo in mostra doti di reattività e maneggevolezza atipiche per una moto di grossa cilindrata, ma che consentono lo stesso di lanciarsi sugli sterrati più impegnativi, attaccando curve e dossi.
Carmichael conosce molto bene il reparto ricerca e sviluppo di Triumph perché, insieme al campione di enduro Ivan Cervantes, sta curando lo sviluppo delle prime moto da cross ed enduro inglesi.

QUANTE VERSIONI

Guardando con attenzione il video, ci siamo accorti che la Triumph Tiger 1200 che Carmichael porta nella pista da cross, ha una particolarità: infatti l'impianto di scarico ha due collettori che escono parallelamente e terminano con i silenziatori verso l'alto, ai lati della sella del passeggero. All'inzio invece si vede una Tiger 1200 con uno scarico singolo con il grosso silenziatore, simile a quello del modello attuale. Forse Triumph ci sta nascondendo qualcosa e sotto il velo si nasconde anche un'altra versione, più sportiva e rivolta all'offroad?

Articoli che potrebbero interessarti