Tu sei qui

MotoGP, Aleix Espargaro e Aprilia si confermano nel 2° giorno di test a Misano

Aleix Espargarò e l'Aprilia i più veloci a Misano, davanti a Bagnaia e Mir. Primi giri sulla KTM per Raul Fernandez e Gardner. Miglioramenti per Vinales

MotoGP: Aleix Espargaro e Aprilia si confermano nel 2° giorno di test a Misano

Share


Si è conclusa a Misano l’importante due giorni di test che prelude al lancio dei prototipi 2022. Ed infatti praticamente tutte le case hanno portato importanti novità.

A battere la grancasse ha iniziato Fabio Quartararo che per ben otto volte ha migliorato il suo tempo sul giro, fino a che è arrivato Aleix Espargarò e poi subito dopo Takaaki Nakagami a migliorarlo.

Alla fine il gong lo ha suonato proprio il pilota dell’Aprilia che ha girato in 1.31.584 che, se fatto in Q2 sabato scorso gli avrebbe fruttato il quarto miglior. Un bel passo in avanti rispetto al suo 1.31.937 fatto registrare nel giro di qualifica.

Poi, certo, le condizioni saranno state diverse, ma la casa di Noale è in crescita e lo dimostra anche l’8° tempo di Maverick Vinales in 1.32.002.

Alle spalle di Aleix, comunque, ci sono Bagnaia e Mir, i due che contendono dall’inizio dell’anno la leadership al pilota della Yamaha. Buona anche il tempo di Nakagami, spesso veloce nel giro secco, quindi seguono Miller, Pol Espargarò e Fabio Quartararo, impegnato a saltare dalla M1 2021 al prototipo 2022.

Marc Marquez, anche lui impegnato nei collaudi del prototipo ha fatto l’11° tempo, alle spalle di Miguel Oliveira e davanti a Luca Marini che ha migliorato marginalmente il suo 1.32.289 delle qualifiche portandolo a 1.32.201.

Come sempre però durante i test i tempi non hanno molta importanza, contano gli sviluppi. E per una risposta sulla loro validità, bisognerà attendere ancora un po’.

Classifica del day 2 (sotto)

ORE 16.50 - Nemmeno il tempo di gioire per Takaaki xche Aleix espargaro gli ha pintato lì un 1.31.584 che migliora il suo precedente 1.31.599.

ORE 16.44 - Nakagami ha appena fatto il suo miglior tempo, prestazione che lo porta in quarta posizione nella combinata.

La combinata (sotto):

ORE 16.10 - Due scatti di Remy Gardner e Raul Fernandez in azione sulla KTM (Photo Courtesy KTM).

Remy Gardner
Raul Fernandez

ORE 16.05 - Anche Jack Miller ha terminato i suoi test. Ecco il suo commento: “ho provato alcune cose per questa e per la prossima stagione, alcune funzionano bene e altre hanno bisogno di più lavoro, un paio di novità le useremo già ad Austin. Con la nuova carena ho provato delle buone sensazioni, bisognerà fare alcuni passi in avanti ma penso che la direzione sia quella giusta. In generale sono stati test positivi, ho cercato di migliorare l’accelerazione lavorando sul setup e ho tenuto un buon ritmo. La nuova Honda? Non ho avuto l’opportunità di seguirla in pista, ma il codone mi sembra molto simile al nostro, hanno spazio per metterci qualcosa dentro”.

ORE 16.00 Fuoco alle polveri a Misano per le ultime due ore di test del mercoledì. Davanti a tutti spicca Aleix Espargarò con l’Aprilia in 1’31”743 seguito a 231 millesimi dalla Yamaha di Quartararo poi la Ducati di Jack Miller. Alle spalle della Ducati la prima delle Honda, ovvero quella di Pol Marquez, incalzata a sua volta da Luca Marini, che ha la meglio nei confronti delle Suzuki di Rins e Mir. A chiudere la top ten Michele Pirro, il migliore tra i collaudatori, poi Alex Marquez  e Vinales.

ORE 15:54 Pirro sale in classifica all'ottavo posto a sette decimi dal crono di Aleix Espargarò. In un secondo 14 piloti al momento. 

ORE 15.50 Tra i piloti che sono riusciti a migliorare anche Luca Marini, ora quinto davanti alle Suzuki di Rins e Mir, poi Alex Marquez, con Vinales nono.

ORE 15.45 Mancano soli 15 minuti allo scoccare delle 16 e la buona notizia è che il live timing è riparito! In testa al gruppo Aleix Espargarò con l'Aprilia in 1'31"743 con Quartararo secondo a 231 millesimi! Terzo crono inve per Miller a quasi mezzo secondo dalla vetta

ORE 15.30 Purtroppo rimangono i problemi al live timing. Come scritto in precedenza, alle ore 15 comandava la sessione pomeridiana Quartararo davanti all'Aprilia di Aleix Espargarò. A proposito di Aprilia anche Maverick Vinales nei primi cinque con il quarto tempo davanti alla Suzuki di Mir. Spicca invece in decima posizione Andrea Dovizioso, nonostante il secondo di ritardo, mentre Rossi è ai box. 

ORE 15.20 Pochi istanti fa ha invece parlato con i media Pecco Bagnaia. Al seguente link le sue dichiarazioni in merito al lavoro svolto nei test e alla rincorsa iridata nei confronti di Fabio Quartararo. 

ORE 15.15 Gli appassionati hanno l'amaro in bocca per questa prima ora di test pomeridiana del mercoledì. Nessuno dei piloti ha infatti riscontatro un tempo di riferimento e molti sono impegnati con le interviste in programma. Durante la pausa pranzo abbiamo sentito Bastianini, il quale ha detto: "Che dire, due giorni da dimenticare, ma va bene lo stesso. Ho provato un cambio diverso che mi è piaciuto e lo porteremo anche ad Austin. Volevo essere competitivo anche in questo test, dopo quanto fatto domenica in gara, ma le condizioni sono cambiate, fa più freddo e avrei dovuto cambiare il mio stile, invece il mio obiettivo era quello di guidare come in gara. Adesso non resta che preparaci per Austin, dove vado con fiducia”.

ORE 15:02 Siamo riusciti ad avere in questo momento i crono allo scoccare delle ore 15. Al comando del gruppo c'è Fabio Quartararo con la Yamaha in 1'32"003 seguito a 426 millesimi dall'Aprilia di Aleix Espargarò, mentre terza la Honda di Alex Marquez

ORE 14.45 Purtroppo ci sono problemi riguardanti il live timing, di conseguenza speriamo che la situazione si risolva preso. Ricordiamo che al mattino il più veloce si è rivelato Aleix Espargarò con l'Aprilia in 1'31"599 seguito a 65 millesimi dalla Ducati di Pecco Bagnaia, vicintore domenica scorsa proprio a Misano.  

ORE 14.30 Oggi si concluderanno i test della MotoGP a Misano, ma vi ricordiamo che nel weekend sarà di scena la SBK a Jerez. Al seguent link tutti gli orari del fine settimana. A proposito di derivate, stamani è stato ufficializzato l'ingaggio di Bulega da parte di Aruba. Il pilota prenderà parte alla stagione 2022 della SSP con il nuovo regolamento di cilindrata

ORE 14.20 In questi primi venti minuti alcuni piloti come Marquez, Dovizioso, Quartararo e Miller sono scesi in pista, cercando di capire le condizioni del tracciato. Nessuno di loro però ha realizzato crono significativi. Rimaniamo quindi in attesa che la sfida del pomeriggio entri nel vivo

ORE 14.13 Oltre a Fabio Quartaro entra in pista anche Marc Marquez con la Honda. Ricordiamo che nel box HRC è già un'evoluzione in ottica 2022, al fine di bruciare le tappe in vista del nuovo anno. 

In attesa che l'attività riprenda, alcuni piloti hanno rilasciato le proprie impressioni in merito alla due giorni di test. Tra questi spicca Enea Bastianini, autore del terzo posto domenica: “Che dire, due giorni da dimenticare, ma va bene lo stesso. Ho provato un cambio diverso che mi è piaciuto e lo porteremo anche ad Austin. Volevo essere competitivo anche in questo test, dopo quanto fatto domenica in gara, ma le condizioni sono cambiate, fa più freddo e avrei dovuto cambiare il mio stile, invece il mio obiettivo era quello di guidare come in gara. Adesso non resta che preparaci per Austin, dove vado con fiducia”.

ORE 14.00 Si torna in pista a Misano per le ultime quattro ore di test di questo mercoledì. Ricordiamo che la sessione terminerà alle 18. Il primo pilota a salire in sella alla moto è Quartararo con la Yamaha. Al mattino il francese ha raccolto il settimo crono.

ORE 13.00 - La sessione del mattino finisce con Aleix Espargarò e l'Aprilia davanti a tutti, 2° posto per Pecco Bagnaia, che ha terminato i suoi test e non scenderà in pista nel pomeriggio. Terza la Suzuki con Rins, davanti a Miller che ha migliorato il suo crono nel finale, poi Nakagami, Pol Espargarò, Quartararo, Vinales, Oliveira e Marini che chiude la Top Ten.

Primi giri sulla KTM di Tech3 per i debuttanti Raul Fernandez (che si è preso la soddisfazione di essere più veloce di Guintoli e Savadori) e Gardner (scivolato nel 3° settore).

ORE 12.38 - Jan Mir è 3° a 0"173 da Aleix Espargarò.

ORE 12.30 - La classifica a mezz'ora dalla fine del turno del mattino.

ORE 12.13 - Takaaki Nakagami si porta al 3° posto.

ORE 12.00 - La classifica quando manca un'ora alla pausa pranzo.

ORE 11.54 - Aleix Espargarò è 1° con il tempo di 1'31"599.

ORE 11.52 - Aleix Espargarò porta l'Aprilia al 2° posto.

ORE 11.40 - Jack Miller in azione a Misano.

ORE 11.35 - Anche Valentino Rossi entra in pista.

ORE 11.30 - Bagnaia alza ancora l'asticella: 1'31"664.

ORE 11.26 - Pecco Bagnaia si mette davanti a tutti con il tempo di 1'31"872.

ORE 11.25 - L'analisi delle novità aerodinamiche di Aprilia, Ducati e Honda la trovate QUI.

ORE 11.20 - Vinales è 3° a 83 millesi da Pol Espargarò.

ORE 11.02 - Pecco Bagnaia sale al 3° posto.

ORE 11.00 - La classifica con Pol Espargarò davanti a tutti. Esce dai box Pirro, che prende il posto di Zarco (che verrà operato oggi per risolvere il problema della sindrome compartimentale). Il collaudatore pugliese proverà alcune novità alla ciclistica in previsione del 2022. Ancora ai box Rossi e Morbidelli.

ORE 10.57 - A giudicare dalle facce, i primi giri sulla KTM a Fernandez (10 passaggi) e a Gardner (9) sono piaciuti.

ORE 10.47 - Dani Pedrosa si è fermato alla curva 10 per un problema tecnico alla sua KTM.

ORE 10.31 - Raul Fernandez e Remy Gardner fanno il loro debutto in MotoGP.

ORE 10.30 - A un'ora dall'inizio dei test la pista inizia ad affollarsi.

ORE 10.17 - Marc Marquez entra in pista.

ORE 10.10 - Un primo sguardo alla classifica con Quartararo in testa.

ORE 9.55 - Entrano in pista anche Savadori e Binder, Vinales ha il miglior tempo in 1'32"304.

ORE 9.35 - Vinales non completa il primo giro e torna al box, Guintoli è l'unico pilota in pista.

ORE 9.30 - Inizia la seconda giornata di test. Il primo a scendere in pista sono Maverick Vinales e Sylvain Guintoli.

ORE 9.25 - Raul Fernandez e Remy Gardner oggi proveranno per la prima volta le KTM MotoGP del team Tech3 con cui correranno l'anno prossimo.

Inizierà alle 9.30 la seconda e ultima giornata di test a Misano per i piloti della MotoGP. Ieri si sono viste tante novità in pista, a partire dai prototipi delle moto 2022 di Honda e Yamaha, passando per una nuova carena di Ducati. Oggi i lavori continueranno, anche in vista del prossmo anno, come nel caso di Suzuki che farà provare ai suoi piloti il telaio 2022 dopo che ieri hanno fatto lo stesso con il motore.

Questa la classifica di ieri, in attesa che la luce verde si accenda nella corsia box del circuito intitolato a Marco Simoncelli.

 

Articoli che potrebbero interessarti