Tu sei qui

MotoGP, Rossi: "Per Bagnaia è arrivato il momento giusto per vincere"

"Spero vivamente che succeda, io cercherò di prendere qualche punto. Il team in MotoGP? Non è un mio problema, ma ci saremo sicuramente"

MotoGP: Rossi: "Per Bagnaia è arrivato il momento giusto per vincere"

Share


Considerato il penultimo posto da cui domani partirà sullo schieramento ad Aragon, forse con Valentino Rossi è meglio iniziare parlando della gara di qualcun altro che conosce bene e che ha ben altri obiettivi. Pecco Bagnaia, che fa parte della sua Academy e che oggi ha conquistato la pole con un giro stratosferico. Il piemontese è stato veloce più volte in questa stagione, ma oggi sembra essersi superato. Ora non rimane che fare quell’ultimo passo che ancora gli manca: vincere una gara in MotoGP.

Secondo me è arrivato per lui il momento di vincere, di rompere il tabù - ha detto il suo mentore - Sta andando veramente forte, guida da paura, le Ducati ufficiali sono molto veloci e stanno facendo un grande lavoro con la squadra. Pecco ha avuto varie vicissitudini in questa stagione, soprattutto con le gomme, altrimenti avrebbe più punti in campionato. Spero vivamente che domani sia il momento giusto per lui.

Probabilmente dovrà vedersela con Quartararo, anche lui in una stato di forma impeccabile.

Fabio riesce a sfruttare al massimo i punti forti della Yamaha: la frenata e l’entrata in curva - il commento del Dottore - Ha lavorato bene con il team ed è riuscito a trovare grip in uscita di curva, dove io invece soffro. Sta guidando da paura e ha capito come andare forte con la M1”.

Al contrario di Valentino questo fine settimana, anche se il suo umore è migliore di quanto la sua posizione sullo schieramento facesse pensare.

Oggi è andata meglio di ieri, fin dal mattino - ha rivelato - In FP3 ero a 6 decimi dal migliore, ma anche qui siamo tutti attaccati, è incredibile: praticamente i primi 4 avevano lo stesso tempo. In qualifica, purtroppo, non sono riuscito a esprimere tutto il mio potenziale perché mi sono trovato sempre in mezzo al traffico, avrei potuto fare un po’ meglio”.

Rossi non vuole arrendersi.

Difficile dire quello che succederà in gara, anche perché la scelta delle gomme è molto aperta - ha continuato - Non sarà facile scegliere, soprattutto quella posteriore, morbida e dura sono in ballottaggio, ma alcuni piloti potrebbero correre con la media, dipenderà tanto dalle temperature. Io non sono veloce come lo ero a Silverstone, ma cercheremo di migliorare ancora la vita delle gomme e di prendere dei punti”.

L’ultima risposta è per chi gli chiede a che punto sia la situazione con gli sponsor per il suo team di MotoGP.

Sinceramente non lo so, non l’ho ben capito - ha ammesso - Non sono informato sulle ultime novità, pensavo fosse tutto a posto ma sembrano ci siano delle criticità. Fortunatamente non è proprio un mio problema. In ogni caso saremo in MotoGP il prossimo anno, quello posso assicurarlo”.

Articoli che potrebbero interessarti