Tu sei qui

MotoGP, Petrucci: “Non è bello ma dovrò cercare una scia per accedere alla Q2"

“La moto mi da fiducia, ma in rettilineo fatico e in gara saranno fucilate. Mi mancano tre decimi, quelli che mi hanno fatto litigare con Dovizioso. La Dakar? Devo ancora abituarmi a questa avventura”   ”

MotoGP: Petrucci: “Non è bello ma dovrò cercare una scia per accedere alla Q2"

Share


Un venerdì incoraggiante quello di Aragon per Danilo Petrucci. Al mattino la sua KTM è stata la più veloce al Motorland, mentre al pomeriggio 14° a due decimi dalla top ten. L’obiettivo del portacolori Tech 3 è agganciare la decima posizione domattina e lui sembra essere fiducioso.

Ovvio che non sarà una cosa semplice e scontata, perché la concorrenza pare essere agguerrita.

“Stamani ho avuto una bella sensazione all’anteriore, tanto da riuscire a staccare forte come volevo – ha spiegato - il problema sono i due lunghi rettilinei, dove accuso molto. Di sicuro stamani mi sono divertito e domattina vorrei fare un bel giro che mi consenta di accedere direttamente alla Q2, senza dover passare dalla Q1. Purtroppo, in certi tratti, fatico in termini di potenza, ma di tutto ciò ne sono ben consapevole”.

Petrucci cerca quindi di guardare il bicchiere mezzo pieno.
“Oggi mi sono trovato molto bene con la gomma soft, soprattutto con l’anteriore. Per la prima volta ho trovato un aiuto davvero grande, che mi ha consentito di essere veloce. Peccato per un errore all’ultima curva, che mi ha fatto perdere un decimo e mezzo. Per la giornata di sabato mi aspetto una FP3 combattuta, dove tutti i piloti saranno più veloci. Voglio quindi arrivare a domani con la fiducia odierna”.

Danilo traccia poi il quadro generale della situazione al termine di un venerdì dove il caldo si fa sentire.
“Con l’aumento della temperatura l’asfalto diventa scivoloso, anche se l’anteriore ti consente di spingere fino a che non trovi il limite. Purtroppo ci sono quei 3-4 decimi che perdo in rettilineo, ovvero quelli che mi hanno fatto litigare lo scorso anno con Dovi (sorride). Per domani avrei bisogno di una scia, so che non è una bella cosa da fare, però in rettilineo fatico. Dico così perché  appena perdi tre decimi scivoli indietro di dieci posizioni. In gara temo che saranno fucilate, dato che prendo tanta aria e ne tolgo molta a quelli dietro”.

L’ultima considerazione è sulla Dakar.
“Cosa mi hanno detto i miei famigliari? Non si sono pronunciati più di tanto. Vedo attorno a me un alone come dire: “Speriamo si diverta”. Loro preferivano vedermi in MotoGP, anche se forse è una questione d’abitudine. Anch’io dovrò rendermi conto di questa nuova avventura”

  

Articoli che potrebbero interessarti