Tu sei qui

The Sokudo, la Tesla delle moto elettriche

Il designer californianto Ash Thorpe con questa concept bike concretizza la sua personale immaginazione della prima moto elettrica di Elon Musk

Moto - News: The Sokudo, la Tesla delle moto elettriche

Share


Vedremo una moto elettrica Tesla prima o poi? Due designer presentano la loro personale idea di design, ma non siamo così sicuri che possa incontrare i favori dei motociclisti.

SPIGOLI VIVI

Si chiama The Sokudo ma, come il gioco enigmistico, a vederla appare un rompicapo. È la 14° opera realizzata da Ash Thorpe in collaborazione con Carlos Colorsponge, due designer che hanno sviluppato la loro proficua esperienza prevalentemente nel settore auto. I lavori di Thorpe hanno una forte influenza dal mondo dei fumetti e dei robot giapponesi che è stata proiettata anche su questo progetto.
L'estetica è un aspetto soggettivo: una forma può piacere tantissimo come per niente. Ma se in altri ambiti le linee tese e spigolose possono avere una loro armonia, come si è visto in precedenti lavori di Thorpe, su una moto trovano una applicazione difficoltosa e The Sokudo, per quanto sia un esercizio di stile, appare come prova empirica.

La realizzazione ha subito riguardato una moto elettrica, ecco perché appare il logo di Tesla nella ampia e bassa carena in carbonio. Il designer californiano la descrive come “una delle più impegnative della collezione, volevo che fosse qualcosa di estremamente puro e unico e qualcosa che non fosse stato visto prima... che come tutti sappiamo è un compito molto difficile in un mercato altamente saturo. Abbiamo deciso di provare qualcosa di diverso con queste costruzioni... entrando nel mondo selvaggio delle moto”. Thorpe dice di essere sempre stato affascinato dal design delle moto, dalla cruda semplicità forma/funzione e di essersi lanciato con entusiasmo insieme a Colorsponge in un ambito creativo completamente nuovo per loro. Nello sviluppo del suo lavoro Thorpe afferma di aver considerato non solo il design ma anche il suo potenziale utilizzo, anche solo come prototipo.

UNA DUCATI A PEZZI

Per realizzare The Sokudo e accelerarne lo sviluppo, è stata addirittura fatta a pezzi una Ducati, acquistata da un amico. Un'associazione di idee che si è concretizzata in una moto elettrica dalle forme tese, dalla bassa carena in carbonio, forse anche troppo come qualcuno gli ha fatto notare, suggerendogli di alzarla di qualche centimetro. Oltre alla carena colpiscono la grande copertura del forcellone, anch'essa in fibra di carbonio e le ruote a disco con gomme slick.

Naturalmente, come esercizio di stile, si sa poco della tecnologia ma Ash immagina che la catena trasmetta la potenza del motore elettrico alla ruota posteriore. Se Thorpe ammette di aver pensato alla funzionalità e all'ergonomia, non ci spieghiamo perché i semimanubri sono a un'altezza quasi inferiore dell'anca.

LE ALTRE PROPOSTE

Elon Musk prenderà mai in considerazione di produrre una moto Tesla prima o poi? Chi lo sa, per ora ha la testa tra le nuvole, se non oltre. Ma non è la prima volta che si sente parlare di una moto elettrica Tesla: la prima volta risale al 2014, seguita l'anno successiva da una seconda interpretazione. Nel 2019 poi, in occasione della presentazione del prototipo del cyber truck Tesla, appariva anche una moto e si parlava di una possibile apertura di Musk alla prima cyber bike, ma a una condizione: deve essere esclusivamente off road però, perché considera le stradali troppo pericolose.

Articoli che potrebbero interessarti