Tu sei qui

Kawasaki Z650RS 2022: dal Giappone le ultime indiscrezioni

Un video teaser annuncia l'arrivo di una classica, la nuova Kawasaki Z650RS. Dal Giappone poi, una foto di come potrebbe essere...

Iscriviti al nostro canale YouTube

Share


La gamma RS di Kawasaki, al momento vede "solo" la Z900RS, disponibile anche in versione SE. Serve però qualcosa in più, magari di cilindrata inferiore, ed ecco che si inizia a parlare della nuova Kawasaki Z650RS, una naked di media cilindrata, sempre con quello stile classic retrò che tanto va di moda questo periodo. Cosa ce lo fa pensare? Due inidizi, un video teaser ufficiale della Casa di Akashi, ed una foto, che vedete in copertina, da parte di un sito giapponese.

La base è la Z650

Naturalmente in Kawasaki hanno giustamente pensato di utilizzare la base della naked bicilindrica, la Z650 (leggi qui la nostra prova), e la foto in copertina rende abbastanza l'idea. Stesso telaio, stesse sospensioni, freni e molto altro ancora. Il video teaser poi, inquadra una vecchia Z650 (la vedete per qualche fotogramma, è di colore verde), proprio a far capire che è in arrivo una due ruote dallo stile vintage. Cercando sul web poi, si trovano i depositi delle richieste di omologazione: una standard, con potenza di 68 CV, ed una depotenziata, con 47 CV per essere guidata con la patente di categoria inferiore. Parliamo dunque delle sigle Z650RS e ER650M.

Dalla foto in nostro possesso poi, possiamo vedere il serbatoio in stile Z900RS, al pari del codone, con quella sorta di "baffo" che va verso l'alto, uno scarico dedicato, decisamente più in stile classic, indicatori di direzione a LED ed una sella decisamente larga, sia per il guidatore che per il passeggero, che promette davvero tanto comfort in sella. La strumentazione vede poi due elementi, probabilmente a lancette, con schermo LCD all'interno, soluzione superata dagli schermi TFT, ma decisamente più indicata per moto di questo genere. Purtropppo non sappiamo altro, ma siamo sicuri che a breve Kawasaki ce la farà vedere in tutta la sua bellezza e semplicità, come una classica deve essere.

Articoli che potrebbero interessarti