Tu sei qui

MotoGP, Bagnaia: "Mi alleno con la Panigale per essere pronto con la Desmosedici"

"Corriamo ad Aragon con temperature diverse dal 2020, quando soffrimmo il freddo. Sarà diverso". Miller: "La Ducati nel 2021 sta andando bene dove in passato aveva problemi"

MotoGP: Bagnaia: "Mi alleno con la Panigale per essere pronto con la Desmosedici"

Share


La sfida di Aragon arriva in un momento molto delicato della stagione per gli alfieri della Ducati. Pecco Bagnaia e Jack Miller stanno tentando con tutte le proprie forze di arginare la fuga iridata di Fabio Quartararo, ma il francese nelle ultime tappe del mondiale ha fatto il vuoto ed anche Joan Mir ha fatto la sua parte strappando il secondo posto in classifica a Bagnaia. 

Ragionando su quanto vissuto nel 2020 ad Aragon dalla Ducati, ci sarebbe quasi da preoccuparsi, ma in questa circostanza le condizioni saranno totalmente differenti. Correndo a metà settembre, il clima sarà senza dubbio diverso, con temperature più elevate che dovrebbero sposarsi meglio con le caratteristiche della Desmosedici GP. Non si tratta di un'ultima spiagga, ma le occasioni per recuperare punti a Quartararo saranno sempre di meno ed il francese in passato ha sofferto parecchio il tracciato del Motorland. 

Cogliere una vittoria qui significherebbe tantissimo per Bagnaia e Miller, che sono ancora in condizioni di tenere testa al pilota Yamaha per adesso. L'imperativo sarà ovviamente non commettere errori e sfruttare il potenziale della Ducati sul tracciato spagnolo. Per prepararsi alla sfida, Bagnaia nei giorni scorsi ha girato in pista a Misano in sella ad una Panigale V4s, proprio nei giorni in cui in pista c'era anche Maverick Vinales al debutto con l'Aprilia.

“Sono contento di tornare in azione questo fine settimana - ha detto Bagnaia - Durante questa breve pausa dopo il GP di Gran Bretagna ho cercato di rilassarmi, ma ho anche continuato ad allenarmi con la mia Panigale V4 S a Misano e ora sono pronto per ritornare in sella alla mia Desmosedici GP".

Le qualifiche avevano promesso altro a Silverstone, la gara invece è stata difficilissima. 
"L’ultima gara a Silverstone non è sicuramente andata come speravamo ma, sia in prova che in qualifica, la nostra moto ha funzionato bene nonostante ci trovassimo su una pista solitamente non favorevole alle sue caratteristiche. Questo weekend correremo ad Aragón, dove nel 2020 abbia avuto delle difficoltà a causa delle basse temperature".

Correndo a settembre, la situazione dovrebbe essere diversa. 
"Quest’anno arriviamo però con un mese di anticipo ed il clima è ancora estivo. Inoltre, anche la Desmosedici ha dimostrato di essere migliorata molto rispetto alla scorsa stagione, perciò sono fiducioso di poter essere tra i protagonisti anche in questo Gran Premio”.

Miller ha quasi strappato il podio ad Aleix Espargarò ed all'Aprilia a Silverstone, rendendosi protagonista di un fine settimana molto concreto. Adesso tocca tornare a graffiare, cosa che all'australiano non sta riuscendo spesso in questa fase della stagione.

 “Sono entusiasta di tornare a correre al MotorLand Aragón - ha affermato Miller - Lo scorso anno purtroppo non abbiamo avuto due fine settimana facili su questa pista, ma era fine ottobre e le basse temperature dell’asfalto non ci hanno sicuramente aiutato. Ora però siamo agli inizi di settembre e le condizioni della pista saranno ben diverse rispetto al 2020".

La Ducati in questa stagione sembra spesso andare forte dove in passato soffriva. 
"Anche la Desmosedici GP 21 ha dimostrato finora di essere competitiva anche su tracciati dove in passato abbiamo avuto qualche difficoltà in più, perciò sono ottimista. In generale, il circuito mi piace ed ho anche ottenuto un podio qui, perciò sono convinto che, se lavoreremo bene fin da subito, potremo disputare un altro buon fine settimana qui in Spagna”.

Articoli che potrebbero interessarti