Tu sei qui

MV Agusta Brutale RS 2022: la hyper-naked "entry-level" di Schiranna

Motore Euro 5, elettronica inedita, Quickshifter di terza generazione e nuovo assetto. Ecco la "base" della MV Agusta Brutale 1000

Iscriviti al nostro canale YouTube

Share


A sorpresa, MV Agusta presenta la nuova Brutale 1000 RS, naked che porta tutte le incredibili caratteristiche della Brutale 1000 RR in un mondo "più accessibile". La base tecnica che rende questa una delle naked più potenti del mondo è condivisa tra Brutale 1000 RR e Brutale 1000 RS: motore, telaio e forcellone sono gli stessi, come anche l’ammortizzatore di sterzo elettronico Öhlins, mentre differiscono forcella e monoammortizzatore, che sulla RS sono a regolazione meccanica. Vediamo insieme come è fatta.

Nuove sospensioni

Iniziamo dunque poprio dalle sospensioni. All'anteriore abbiamo una forcella Marzocchi mentre al posteriore c'è un monoammortizzatore Sachs. Entrambi sono regolabili ed assicurano, a detta del costruttore, il massimo delle performance nella guida veloce, garantendo al tempo stesso il comfort necessario nella guida su strada. Comfort a cui contribuiscono la nuova sella in un unico pezzo con specifica imbottitura, ancora più comoda, ed i semimanubri, elemento distintivo della Brutale, in questo caso rialzati rispetto a quelli della RR. Il pilota può poi contare su pedane specificamente sviluppate per garantire un'ottimale posizione di guida. Ed è proprio la posizione di guida inedita e dedicata alla 1000 RS a connotare questo modello come adatto ad un utilizzo decisamente ad ampio spettro, che include ad esempio lunghi tragitti con tratti autostradali ed extraurbani. Tutto nel nome delle prestazioni, naturalmente, ma con un occhio di riguardo al comfort.

Motore noto, ma Euro5 e con cambio elettronico EAS 3.0

Il motore, resta il quattro cilindri a valvole radiali, esclusiva di MV Agusta non solo nel segmento ma in tutto il panorama motociclistico attuale. Questo continua il suo percorso di sviluppo, attraverso il miglioramento della componentistica volto a ridurre gli attriti interni. Si tratta di un motore dalle prestazioni eccezionali, che impiega materiali di altissima qualità. Le bielle in titanio, ad esempio, sono una scelta unica nel segmento naked. Ancora titanio per le valvole - sia quelle di aspirazione, sia quelle di scarico -, a rimarcare una impostazione tecnica che assicura potenze superiori e il raggiungimento di regimi di rotazione elevatissimi, degni di una vera superbike.

La distribuzione, come sulla RR, è l'ultima evoluzione di quanto sviluppato sulla 1000 RR e si avvale di una fasatura degli alberi a camme ulteriormente ottimizzata e volta a rendere ancora più efficace la curva di coppia ai medi e bassi regimi. L’utilizzo del rivestimento DLC (Diamond Like Carbon) per i bicchierini delcomando valvole riduce gli attriti e migliora l’affidabilità. Obiettivo, la riduzione degli attriti anche grazie all'impiego di specifici ingranaggi per la trasmissione primaria. Tutta la trasmissione è particolarmente robusta e affidabile, a maggior ragione nelle partenze estreme garantite dal Launch Control. Il cambio elettronico EAS 3.0 di terza generazione vede l'arrivo di un nuovo sensore, per ottenere cambiate più precise e innesti più dolci. Lo scarico a quattro uscite, inconfondibile elemento stilistico MV Agusta,
si caratterizza per l’andamento del collettore principale, che enfatizza il sound inconfondibile della Brutale, nel pieno rispetto della normativa Euro 5.

Elettronica evoluta

Il comparto elettronico della nuova Brutale 1000 RS è frutto di un continuo percorso evolutivo. L'inedita piattaforma inerziale IMU permette di rilevare la posizione della moto nello spazio in tempo reale, fornendo alle centraline dati molto affidabili, indispensabili per gestire tutti i controlli in modo preciso ed efficace. Grazie a questa piattaforma i controlli della trazione e dell’impennata FLC tutelano al meglio la sicurezza di chi guida, restando però “performance oriented”, cioè offrendo il massimo dell’accelerazione possibile nelle specifiche condizioni d'uso. Il controllo FLC, in particolare, non limita l’impennata ma la controlla, a vantaggio delle prestazioni e del gusto di guida. L’ABS sfrutta il modulo Continental MK100 che offre la funzione cor nering, assicurando il miglior controllo della frenata anche in curva.

Il cruscotto TFT 5.5”, particolarmente completo e in grado di dialogare con la MV Ride App, consente di personalizzare la moto in ogni suo aspetto direttamente dallo smartphone; offre inoltre tante utili opportunità di interazione, come ad esempio la registrazione e la condivisione degli itinerari. Grazie alla funzione mirroring è possibile sfruttare la strumentazione della RS come navigatore con indicazioni turn by turn. Ogni funzione è raggiungibile e navigabile con facilità tramite il comando a joystick sul blocchetto sinistro. Tra gli optional è disponibile il sensore TPMS di monitoraggio della pressione pneumatici. Infine, la potenza è di 208 CV ed il peso è di 186 Kg a secco. Due le colorazioni disponili: Argento Magnum/Grigio Scuro Metallizato Nero e Rosso Ago/Grigio Scuro Metallizzato Opaco.

Articoli che potrebbero interessarti