Tu sei qui

Batteria intercambiabile, uguale per tutti, per moto: si fa sul serio

Il consorsorzio tra Honda, Yamaha, Piaggio e KTM ha ufficializzato l'accordo per lo sviluppo di sistemi con una batteria unica e comune, quindi intercambile tra tutte le moto e ed i mezzi leggeri del futuro. Nasce lo Swappable Batteries Motorcycle Consortium

Moto - News: Batteria intercambiabile, uguale per tutti, per moto: si fa sul serio

Share


Il futuro elettrico è sempre più una realtà, piuttosto che un'intenzione. In alcune città (ad esempio Shanghai) i mezzi a combustione interna sono già bandoti o comunque disincentivati, mentre la mobilità urbana è quasi totalmente elettrica. Da un lato ci sono i benefici di ridurre l'inquinamento (o quantomeno spostarlo lontano dalle metropoli), dall'altro tutti i problemi connessi alle batterie, quindi autonomia, tempi di ricarica e durata nel tempo. Da sempre quancuno ha auspicato l'uso di una batteria uguale per tutti, che possa essere rimpiazzata in pochi istanti con una carica, quando necessario. Oltretutto la batteria è una delle componenti più importanti per un veicolo elettrico, il cui costo può essere un terzo, anche la metà del prezzo complessivo di uno scooter o moto. La batteria unica se non risolve tutti i problemi, rende sicuramente più appetibile, da subito, questa tecnologia. Oltretutto lo sviluppo messo a fattor comune riduce gli investimenti del singolo. Così il progetto portato avanti da Honda, Yamaha, Piaggio e KTM diventa strategico e potrebbe forse, in futuro, essere esteso ad altri, oppure darà un importante vantaggio ai membri del consorzio.

Facendo seguito alla firma della Lettera di intenti del 30 marzo scorso, YAMAHA Motor Co., Ltd., HONDA Motor Co., Ltd., KTM AG e il Gruppo PIAGGIO (PIA.MI) hanno sottoscritto l’accordo ufficiale per la fondazione dello Swappable Batteries Motorcycle Consortium (SBMC). Con lo scopo di promuovere la diffusione su vasta scala dei veicoli elettrici leggeri come ciclomotori, scooter, motocicli, tricicli e quadricicli a motore, e incentivare una gestione più sostenibile del ciclo di vita delle batterie in linea con le politiche internazionali sul clima, i membri fondatori del Consorzio ritengono che lo sviluppo della mobilità elettrica a bassa tensione dipenda in modo fondamentale dalla disponibilità di sistemi di batterie intercambiabili (sistema swappable batteries), progettati sulla base di specifiche comuni. Il Consorzio punta soprattutto a risolvere le problematiche in relazione al futuro della mobilità elettrica, come l'autonomia, i tempi di ricarica, l'infrastruttura e i costi, senza perdere di vista i quattro obiettivi principali:

1. Sviluppo di specifiche tecniche comuni per i sistemi di batterie intercambiabili;

2. Verifica della possibilità di condividere i sistemi di batterie;

3. Definizione e promozione delle specifiche comuni del Consorzio, da proporre come standard agli organismi di standardizzazione europei e internazionali;

4. Estensione dell'adozione delle specifiche comuni del Consorzio a livello globale.

Lavorando a stretto contatto con gli stakeholder e gli organismi di standardizzazione a livello nazionale, europeo e internazionale, i fondatori del Consorzio parteciperanno alla definizione degli standard tecnici internazionali. La disponibilità delle stazioni di ricarica varia tra i differenti Paesi, e le informazioni a disposizione degli utenti finali sono ancora molto limitate. YAMAHA, HONDA, KTM e PIAGGIO hanno deciso di fondare il Consorzio proprio per incentivare i decision maker responsabili dello sviluppo e dell'implementazione dell'infrastruttura di ricarica e promuovere l'adozione dei veicoli elettrici leggeri. I quattro membri fondatori invitano tutti gli stakeholder interessati ad unirsi al progetto per arricchire l'esperienza del Consorzio, al fine di garantire una maggiore diffusione dello standar di batterie intercambiabili. I soggetti interessati ad unirsi allo SBMC possono contattare uno dei membri fondatori per ulteriori informazioni.

Takuya Kinoshita, Senior Executive Officer e Chief General Manager della divisione Land Mobility Business Operations di Yamaha Motor Co., Ltd., ha affermato: "Lo Swappable Batteries Motorcycle Consortium è finalmente pronto a entrare in azione in Europa. Spero che la nostra iniziativa spinga altre aziende che condividono i nostri stessi valori a prendere parte a questa missione, al fine di generare un cambiamento rivoluzionario per il futuro. Noi di Yamaha Motor siamo certi che questa iniziativa contribuirà a uniformare le specifiche tecniche e gli standard, massimizzando i vantaggi dell'alimentazione elettrica per i clienti di tutto il mondo".

Yoshishige Nomura, Chief Officer, Motorcycle Operations, Honda Motor Co., Ltd.: “Honda ritiene che l'adozione di motocicli elettrici su vasta scala possa contribuire in modo sostanziale alla realizzazione di una società più sostenibile. Proprio per questo è necessario risolvere diverse problematiche, come l'estensione dell'autonomia, la diminuzione dei tempi di ricarica e la riduzione del costo di veicoli e infrastrutture, in modo da aumentare la convenienza per i clienti. Nell'ambito del Consorzio che abbiamo creato, i membri fondatori che operano nel settore dei motocicli e gli altri stakeholder collaboreranno alla standardizzazione delle batterie intercambiabili, dei relativi sistemi di ricarica e di tutta l'infrastruttura di supporto, allo scopo di creare un framework adatto a promuoverne l'utilizzo. Il nostro obiettivo è promuovere l'uso dei motocicli come mezzo di trasporto pratico ed efficiente per la mobilità del futuro."

Stefan Pierer, CEO di PIERER Mobility AG, ha dichiarato: "La sottoscrizione dell'accordo di fondazione del Consorzio è una scelta fondamentale per garantire l'evoluzione della PIERER Mobility AG, affinché possa continuare a proporre prodotti innovativi al passo con i tempi e a concretizzare la sua chiara visione strategica per i veicoli elettrici a due ruote. Intendiamo collaborare con i nostri partner alla realizzazione di un sistema di batterie intercambiabili per i veicoli a bassa tensione (48 V) con capacità massima di 11 kW, in base agli standard tecnici internazionali. Stiamo facendo tutto il possibile per tutelare il ruolo dei veicoli a due ruote nel futuro della mobilità urbana ed extraurbana".

Michele Colaninnno, Chief of strategy and product del Gruppo Piaggio, ha commentato: "La mobilità urbana sta attraversando un delicato momento di transizione verso l'elettrificazione. Grazie a questo Consorzio, in cui sono rappresentati quattro protagonisti, aziende leader del mercato, i motocicli continueranno a ricoprire un ruolo chiave nel contesto urbano. Le batterie intercambiabili forniscono una risposta ottimale per l'accelerazione dei tempi di ricarica dei veicoli, offrendo agli utenti un'alternativa estremamente interessante. La mobilità urbana è parte integrante della storia e del DNA di Piaggio, e noi intendiamo mettere tutto il nostro know-how tecnologico e il nostro spirito di innovazione al servizio del Consorzio".

Articoli che potrebbero interessarti